rotate-mobile
Cronaca Libertà / Via Emanuele Notarbartolo

Via Notarbartolo, carabinieri intervengono per lite e trovano serra di marijuana: un arresto

Una donna ha raccontato ai militari di essere stata aggredita da un vicino e sono scattati i controlli. In casa dell'uomo, una stanza era dedicata alla coltivazione della droga

I carabinieri vengono allertati per una lite tra vicini e quando entrano in casa di uno dei contendenti scoprono una coltivazione di marijuana. E' quanto accaduto ieri sera in via Notarbartolo. In manette è finito T.R., 43 anni, nato a Catania ma residente a Palermo. Deve rispondere di produzione illecita di sostanza stupefacente.

Tutto è nato dalla segnalazione, giunta al 112, di una lite tra condomini. Giunti sul posto, sono stati avvicinati da una donna che lamentava di essere stata aggredita da un residente nello stabile. I militari hanno così bussato alla porta dell'uomo. Immediatamente l'attenzione è stata attirata dal forte odore di marijuana. La perquisizione domiciliare ha permesso di scoprire che uno stanzino era stato adibito a serra. All'interno c'erano cinque piante alte circa un metro, lampade alogene, vaporizzatori, vari concimi, um telo “specchiato”, un deumidificatore e un bilancino. Dopo aver passato al setaccio l’appartamento, i carabinieri hanno trovato anche tre barattoli contenenti circa 100 dosi di marijuana, del peso complessivo di 55 grammi. Giudicato con il rito direttissimo, a seguito della convalida dell'arresto è stato messo in libertà.

Nel corso di un'altra operazione, sono stati arrestati per spaccio anche Vincenzo Maniscalco, 33 anni, ed Emanuele Gambino, 30 anni, entrambi di Sciacca. Una pattuglia di carabinieri stava transitando in via Mongitore quando ha notato un’Alfa 147 color oro con due giovani a bordo che si guardavano intorno con fare sospetto. I due sono stati identificati e l'auto - intestata a Maniscalco - controllata. Gli accertamenti hanno dato esito negativo, ma i carabinieri si sono fermati a poca distanza per studiarne i movimenti. Quando i due sono transitati nuovamente davanti ai militari è scattato un secondo controllo. Gambino è stato trovato in possesso di un panetto di hashish del peso di circa 100 grammi e una dose di cocaina. I due sono stati arrestati. Processati per direttissima, il giudice ha convalidato gli arresti e a Gambino si trova adesso ai domiciliari.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Notarbartolo, carabinieri intervengono per lite e trovano serra di marijuana: un arresto

PalermoToday è in caricamento