Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Via Monte San Calogero

Via Monte San Calogero strada-trappola, Susinno: "Per evitare rischi chiudiamola al traffico"

Le radici hanno deformato l'asfalto, rendendo rischioso il passaggio di auto, moto e pedoni. Da mesi si attende la messa in sicurezza, ma né il Comune né la Rap sono finora intervenuti. "Pericoli aumentati col posizionamento dei cartelli al centro della carreggiata". Comitati civici contro l'ipotesi di tagliare gli alberi

Via Monte San Calogero

Si è trasformata in una strada-trappola via Monte San Calogero, dove le radici degli alberi hanno deformato l'asfalto rendendo difficoltoso e rischioso il passaggio di auto, moto e soprattutto dei pedoni. Tanto che, secondo il consigliere di Sinistra Comune Marcello Susinno, "sarebbe meglio chiuderla per evitare rischi".

Da mesi si attende la messa in sicurezza questa strada ma né il Comune (che non non ha ancora attivato l'accordo quadro per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria di strade, marciapiedi ed aree pubbliche) né la Rap, incaricata del servizio di pronto intervento ed emergenza, hanno rimosso i pericoli. Anzi, paradossalmente, li hanno incrementati "posizionando al centro della strada dei cartelli che di fatto sbarrano la viabilità".

"In questo contesto il pericolo è evidente - prosegue Susinno - visto che auto e moto, per evitare dossi e cartelli, invadono la corsia opposta. Se poi ci aggiungiamo che la sera l'illuminazione pubblica è sostanzialmente oscurata dalle fronde degli alberi il quadro è completo". In una nota il settore comunale Infrastrutture per la viabilità ha rilevato la mancanza dei "segnali di divieto di sorpasso, limite di velocità e bande ottiche" e cita un parere dell'area Decoro e Verde, in base al quale "risulta inevitabile l'estirpazione degli alberi".

Ipotesi che non piace affatto al comitato civico di quartiere. "Non possiamo permettere - scrive Walter Arancio in una lettera all'amministrazione comunale - che alberi con più di 40 anni, con il loro carico di specie che ospitano sui loro rami e che ingentiliscono di molto la via ed il quartiere, vengano abbattuti o deturpati solo per appianare il manto stradale".

Un punto di caduta si dovrà trovare. Peccato però che finora si è fatto quasi nulla, eccetto un intervento "in corrispondenza della sede della Sesta circoscrizione che ha interessato sola una corsia, per cui il tratto di strada appare in parte deformato e in parte asfaltato di recente".

Così si legge nella nota firmata dai dirigenti Maurizio Pedicone e Dario Di Gangi, che rimandano all'accordo quadro per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria l'inserimento di via Monte San Calogero nel programma delle manutenzioni. "Se l'amministrazione e le sue partecipate non sono in grado d'intervenire subito - insiste il consigliere Susinno - si chiuda via Monte San Calogero al traffico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Monte San Calogero strada-trappola, Susinno: "Per evitare rischi chiudiamola al traffico"

PalermoToday è in caricamento