Cronaca Sperone / Via Messina Marine

Prima rapina benzinaio, poi scappa chiedendo un passaggio in ospedale

Gli agenti insospettiti da una colluttazione dentro un distributore in via Messina Marine. Alla loro vista il malvivente è fuggito salendo a bordo di uno scooter di un ignaro cittadino. I poliziotti lo hanno bloccato e consegnato il bottino, 16 mila euro, al titolare

Via Tiro a Segno

Aggredisce un benzinaio per rubargli l’incasso, poi tenta di sfuggire alla polizia salendo a bordo di uno scooter di un cittadino fermo al semaforo. Ma gli agenti dopo un inseguimento lo bloccano e lo arrestano. Adesso G.P., 29 anni, dovrà rispondere dell’accusa di rapina aggravata in concorso.

Teatro dell’episodio, avvenuto sabato pomeriggio ma reso noto solo oggi, è la via Messina Marine. Gli agenti hanno notato una colluttazione tra due persone all’interno di un distributore di benzina. In successivo momento hanno capito che si trattava del dipendente che cercava di resistere al furto dell’incasso settimanale, circa 16 mila euro. Il rapinatore, vista la presenza della polizia, è riuscito a fuggire con la busta piena di soldi.

In piazzetta Sant’Erasmo, il malvivente si è imbattuto in un cittadino fermo col suo scooter nei pressi di un esercizio commerciale. Il rapinatore è saltato a bordo dello scooter ed ha chiesto al motociclista di allontanarsi in gran fretta, con il pretesto di una urgenza ospedaliera. Il motociclista, solo per qualche metro, si è così reso inconsapevole complice del malvivente.

Ma i poliziotti in via Tiro a Segno hanno bloccato il mezzo. E quando G.P. è sceso dallo scooter ha lasciato cadere per terra una busta che è stata raccolta e presa in consegna dagli agenti. All’interno l’intero incasso della rapina, restituito poi al titolare del distributore di carburante.

Le ricerche dei poliziotti delle “Volanti” hanno permesso di individuare, in altra zona della città, un 29enne - ritenuto complice di G.P. – che è stato denunciato a piede libero. Indagini sono in corso per verificare la responsabilità di altri complici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima rapina benzinaio, poi scappa chiedendo un passaggio in ospedale

PalermoToday è in caricamento