Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Giovanni Meli

I commercianti del "quadrilatero degli orefici" addobbano via Meli: "Vogliamo l'isola pedonale"

Protestano gli esercenti, che lamentano un certo abbandono da parte dell'amministrazione Orlando: "Nessuna luminaria installata, ci abbiamo pensato noi in maniera autonoma. E sulla richiesta di centro commerciale naturale, l'assessore Catania non ci ha mai risposto..."

Da tempo commercianti e residenti del "quadrilatero degli orefici" - area che si estende da piazza San Domenico alla Cala - chiedono al Comune l'istituzione di un'isola pedonale. Nel frattempo, in via Giovanni Meli e dintorni, gli esercenti pensano da soli agli addobbi di Natale: luminarie e fiammelle di speranza, più che una scelta di festeggiamento, quest'anno sono una forma di protesta nei confronti dell'ammministrazione Orlando. "Due in attesa per dare seguito ad una delibera della Giunta comunale per la semi-pedonalizzazione sono troppi" fanno notare i commercianti di via Meli, che lamentano un certo abbandono.

"Anche quest’anno, il Comune non ha installato nessuna luminaria né tantomeno un albero di natale o altro tipo di addobbo! Via Meli è stata dimenticata e tagliata fuori da ogni piano di illuminazione natalizio. Come se in questa importantissima strada di passaggio non vi fossero negozi storici, gioiellerie, attività di somministrazione cibo e bevande e tanti piccoli commercianti artigiani".

Anello (Lega): "Commercianti abbandonati"

Eppure un cospicuo gruppo di commercianti aveva, lo scorso anno, sottoscritto un documento indirizzato all’assessore alla Mobilità Giusto Catania in cui si dichiarava pronto a costituirsi in centro commerciale naturale, pedonalizzando il tragitto da piazza San Domenico alla Cala: un passaggio obbligato per quanti (turisti, crocieristi e semplici cittadini) da via Roma volessero raggiungere lo storico porticciolo. "Ad oggi - si legge in una nota dei commercianti - non abbiamo mai avuto risposta a quel documento presentato all’assessore Catania, che tende a rilanciare il quadrilatero di Sant’Eligio, conosciuto come via degli orefici, come polo turistico di eccellenza e luogo idoneo per passeggiare".

"Da due anni inoltre - proseguono i commercianti - aspettiamo l’attuazione della delibera numero 1340 del 12 ottobre 2018 che prevedeva l’installazione da parte della Coime dei dissuasori per permettere il transito dei pedoni! Il Comune ha davvero dimenticato questi pochi metri di centro storico eppure strategici in un’ottica di connessione delle aree pedonali cittadine, già attive con il porticciolo turistico cittadino. Non è di certo con una decina di posti auto disponibili su via Meli che si salva il commercio della zona, ma al contrario creando un percorso pedonale, attrezzato con panchine e piante, che funga da connessione tra centro e porticciolo turistico. I commercianti e gli abitanti ormai lo hanno capito bene. Sembra che al Comune però fatichino ancora a comprenderlo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I commercianti del "quadrilatero degli orefici" addobbano via Meli: "Vogliamo l'isola pedonale"

PalermoToday è in caricamento