Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Maqueda

Orologi Casio taroccati in vetrina, maxi sequestro in via Maqueda

Denunciato un immigrato cinese titolare del negozio. Ben 1500 i prodotti falsi requisiti, tra cui borselli e astucci di note griffe. Adesso in corso indagini per poter risalire alla provenienza dei prodotti

Gli orologi sequestrati dalla Finanza

Erano esposti in bella vista in una vetrina di via Maqueda, peccato che tutti quegli orologi Casio erano falsi. A scoprirlo sono stati i finanzieri del gruppo Pronto Impiego, che hanno sequestrato circa 1.500 prodotti contraffatti e denunciato il responsabile del negozio all'Autorità Giudiziaria.

Durante i controlli i militari hanno notato la vetrina di un negozio della centrale via Maqueda con esposti moltissimi orologi di un noto brand riportanti caratteristiche che, ad un primo esame, non apparivano in linea con gli analoghi articoli in commercio realizzati dalle rispettive case produttrici.

I finanzieri, hanno quindi eseguito un accesso presso l'esercizio, dal quale è emerso che il negozio, gestito da un cittadino cinese, commercializzava in effetti orologi contraffatti della marca Casio. Scattata l'immediata perquisizione dei locali, finalizzata alla ricerca di ulteriori articoli contraffatti, le fiamme gialle hanno rinvenuto anche numerosi altri articoli falsi, fra cui accessori di moda, borselli ed astucci, riconducibili a note griffe, tutti sottoposti a sequestro. Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti per poter risalire alla provenienza dei prodotti falsi destinati alla piazza di Palermo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orologi Casio taroccati in vetrina, maxi sequestro in via Maqueda

PalermoToday è in caricamento