"Knockout game" in via Maqueda: 28enne picchiato in strada senza un perché

Il giovane è stato affrontato da tre persone che lo hanno pestato senza un vero motivo. Poi è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Buccheri La Ferla. L'episodio segue di poche ore l'aggressione al medico nella zona della Vucciria. Indaga la polizia

I pugni sono arrivati all'improvviso. In mezzo alla strada. Ancora violenza, riesplode l'incubo del cosiddetto "knockout game", un gioco assurdo. E' successo sabato notte in via Maqueda: un giovane di 28 anni è stato affrontato da tre persone che lo hanno picchiato senza un vero motivo. Il giovane è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Buccheri La Ferla. Indaga la polizia che sta cercando di trovare immagini utili per identificare i responsabili.

Vucciria, medico preso a pugni

Un'aggressione senza una apparente ragione. Si tratta di una moda made in Usa, ma che è già arrivata in altra città italiana e che consiste nel prendere a pugni senza motivo gli sconosciuti. Gli aggressori poi svaniscono nel nulla, così come si erano materializzati. Senza rubare né il cellulare, né il portafogli del malcapitato, che viene massacrato selvaggiamente.

Il ragazzo, rimasto sotto shock, ha poi deciso di sporgere denuncia alla polizia. Come ha fatto Rosario Iacobucci, 29 anni, medico dell’ospedale Cervello: venerdì notte era con la fidanzata in via Maccheronai, tra piazza Caracciolo e piazza San Domenico, quando è stato colpito con un pugno in pieno viso da uno sconosciuto che si è subito dileguato. Dinamiche apparentemente simili.

Episodi definiti anomali anche dalla polizia. In effetti le regole di quello che chiamano knockout game sono semplici e folli: bisogna colpire con un pugno in faccia i malcapitati scelti a casaccio. E possibilmente farlo in un luogo pieno di gente in modo da dare più visibilità allo spettacolo. Poi, dopo il pugno in faccia, la fuga "col sorriso in bocca". Quasi a rendere surreale il più illogico e temuto dei giochi.


 

Potrebbe interessarti

  • A cena fuori con tutta la famiglia, quali sono le pizzerie e i ristoranti bimbo-friendly a Palermo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Parrucche e trucco per chi affronta la chemio, La Maddalena inaugura "La stanza del sorriso"

  • Menopausa, quali sono i rimedi naturali che le signore palermitane dovrebbero seguire

I più letti della settimana

  • Vedono donna sola in casa e provano a violentarla: lei urla, marito la salva a suon di cazzotti

  • Tramonta il sogno cinese, crolla l'impero Z&H: sequestrati 7 centri commerciali

  • Lutto nel mondo del tifo palermitano, morto ultras della Curva Nord Inferiore

  • Clamoroso: il Palermo non è riuscito a iscriversi al campionato di serie B

  • Incendio sulla Palermo-Sciacca, pullman dell'Ast divorato dalle fiamme

  • Il boss arrestato: "Mi tolgo il cappello davanti al figlio di Riina"

Torna su
PalermoToday è in caricamento