Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca Libertà / Via della Libertà

Via Libertà, scazzottata selvaggia in un locale: due arresti e tre denunce

Una vera e propria baraonda da "saloon" nel salotto bene di Palermo, con tavoli e sedie capovolte, cibo sparso per tutto il pavimento e bottiglie e bicchieri di vetro rotti. In manette sono finiti due trentacinquenni

E' di due arresti il bilancio di una notte di follia. Rissa in un locale di via Libertà. In manette sono finiti due trentacinquenni (P.G., palermitano e D.S.A. brasiliano), che sabato notte si sono responsabili dei reati di violenza, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Entrambi inoltre risultano indagati in concorso con altre tre persone per il reato di rissa. Dalla Questura non rendono noto il nome del locale dove ha avuto luogo la rissa.

Una vera e propria baraonda da "saloon" nel salotto bene di Palermo, con tavoli e sedie capovolte, cibo sparso per tutto il pavimento e bottiglie e bicchieri di vetro rotti. Secondo quanto riferito da alcuni presenti, la causa scatenante sarebbe un ultimo "giro di alcool" negato dal proprietario del locale, che "si era reso conto di quanto fossero ubriachi". E' successo sabato notte, intorno alle 2,30. I poliziotti si sono recati in via Libertà, nel locale all'altezza con l'incrocio di via Giusti, dopo che un cliente aveva segnalato la rissa all'interno di un locale.

Gli agenti hanno notato cinque persone che si aggredivano tra di loro con calci e pugni: tre dipendenti del locale e due clienti. I poliziotti sono intervenuti nel tentativo di separarli, ma mentre il personale del locale, ha cercato di allontanarsi, i due avventori, in evidente stato di ebbrezza, sono tornati alla “carica”. Allo scopo di evitare un ulteriore scontro, gli agenti hanno sbarrato la strada ai due clienti, che si sono scagliati contro di loro. Con l’ausilio di altre volanti i due uomini sono stati bloccati e poi identificati e arrestati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Libertà, scazzottata selvaggia in un locale: due arresti e tre denunce

PalermoToday è in caricamento