Via Libertà, "vincono" i librai: le piste ciclabili saranno spostate

Lo ha deciso il tavolo tecnico tra assessorato alla Mobilità, alle Attività produttive e Soprintendenza. La querelle era nata con lo "sfratto" dei titolari degli espositori, provvedimento poi congelato dall'assessore Marino. Corsie riservate alle biciclette ritenute "pericolose"

Gli espositori dei librai in via Libertà

Nella "sfida" tra librai e piste ciclabili vincono i primi. Le bancarelle posizionate in via Libertà rimarranno al loro posto mentre cambierà il percorso dei ciclisti. Lo ha deciso il tavolo tecnico formato dall'assessore comunale alla Mobilità Iolanda Riolo, dall'assessore alle Attività produttive Sergio Marino, dal presidente della Sesta commissione consiliare Ottavio Zacco, dai rappresentanti degli uffici competenti e della Soprintendenza. Per le corsie riservate alle bici, ritenute pericolose a prescindere dalla presenza degli espositori, sarà trovata una soluzione alternativa.

L'Amministrazione chiude così una querelle nata nelle scorse settimane quando gli uffici comunali del settore Attività produttive hanno scritto ai librai che si trovano sui marciapiedi di via Libertà, tra via Torrearsa e piazza Francesco Crispi e tra via XII Gennaio e piazza Antonio Mordini, chiedendo di trasferire le loro attività autorizzate in un altro luogo perchè ritenute pericolose per pedoni e ciclisti. Qualche giorno dopo però l'assessore comunale alle Attività produttive, Sergio Marino, aveva disposto la sospensione dello sfratto in attesa di approfondire la questione. Adesso la decisione in favore dei librai. 

“La scelta dell’amministrazione comunale di lasciare le bancarelle dei librai in via Libertà - commenta Dario Chinnici, capogruppo del Pd al Consiglio - non può che trovarci d’accordo: le corsie ciclabili realizzate sui marciapiedi sono pericolose e quindi verranno spostate, mentre i librai resteranno al loro posto. Una decisione che premia la cultura, viene incontro alle esigenze del mondo produttivo ma anche alle richieste delle associazioni: le corsie ciclabili sul marciapiede sono pericolose e quindi gli uffici stanno valutando soluzioni alternative”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il 5 febbraio la commissione Attività produttive ha convocato gli uffici – dice il presidente della commissione Attività produttive Ottavio Zacco – I librai da via Libertà non si sposteranno, a meno che non siano loro a volerlo. Del resto la pista ciclabile era sperimentale e l’ufficio Traffico avrebbe dovuto valutare se renderla permanente oppure no: purtroppo finora non era stato fatto e qualcuno aveva addirittura ipotizzato di far spostare i librai, una follia che per fortuna abbiamo evitato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento