menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palermo ha un cuore di pezza: via La Lumia diventa baby isola pedonale

Bambole e beneficenza: Orlando visita gli stand dell'Unicef nella nuova area pedonale. Musica, intrattenimento per i più piccoli, cibo e shopping: la strada sarà chiusa fino al 7 gennaio

Via Isidoro La Lumia diventa "baby" isola pedonale. Il sindaco Leoluca Orlando ha fatto visita questa mattina agli stand dell'Unicef nella nuova area pedonale nell'ambito della rassegna di eventi, organizzata dall'Associazione La Lumia e patrocinata dal Comune di Palermo, “L’isola a misura di bambino", che trasforma via La Lumia  in isola pedonale sino al 7 gennaio, con musica, intrattenimento per i più piccoli, cibo e shopping.

Durante l'incontro il sindaco ha espresso apprezzamento per l'iniziativa della "Pigotta", la bambola di pezza, realizzata a mano con la fantasia di nonni, genitori e bambini, che Unicef ogni anno mette in vendita per raccogliere fondi da destinare al mondo dell'infanzia. Presenti all'incontro il Presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando e la Consigliera comunale Alessandra Veronese: "Dobbiamo ricordarci dei bambini tutti i giorni dell'anno e non solo a Natale - ha detto Orlando -. È questo il senso della 'Pigotta' che, per usare proprio uno slogan dell'Unicef, avrà pure un cuore di pezza, ma ogni anno salva migliaia di bambini".

La collaborazione storica tra Comune di Palermo ed Unicef si è recentemente consolidata con l'approvazione, da parte della Giunta Comunale, del protocollo d’intesa ‘’Refugee and Migrant Response Italy’’ che ha tra le sue finalità la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, con particolare accento sui diritti dei Minori stranieri non accompagnati. Il protocollo verrà ufficialmente sottoscritto nel corso di una cerimonia che si svolgerà il 19 dicembre prossimo a Palazzo delle Aquile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento