Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca Libertà / Via Giuseppe Giusti, 42

Tragedia in via Giusti, scoppia incendio in casa: morto professore in pensione

Il rogo è divampato al sesto e ultimo piano di uno stabile. A trovare il corpo ormai senza vita sono stati i vigili del fuoco una volta entrati nell'abitazione. Sul posto anche polizia e 118. L'area è stata sequestrata

Lo stabile dove è scoppiato l'incendio

Tragedia in via Giusti. Un uomo è morto nell'incendio divampato nel proprio appartamento, una palazzina al civico 42. La vittima, Vincenzo Giaimo, aveva 69 anni ed era un professore in pensione. Le fiamme sono scoppiate al sesto e ultimo piano dell'edificio dopo mezzanotte. A trovare il corpo ormai senza vita sono stati i vigili del fuoco, una volta entrati nell'abitazione. La casa era colma di oggetti e i vigili hanno impiegato oltre un'ora per domare il rogo.

Sul posto anche polizia e 118. La casa è stata sequestrata e sono in corso le indagini per chiarire l'origine dell'incendio. L'ipotesi più accreditata è quella del cortocircuito. Sul caso indagano i vigili del Nucleo investigativo antincendio. Giaimo non era sposato e viveva da solo, viene descritto dai vicini come una persona perbene e schiva.

Il palazzo è stato evacuato a scopo precauzionale per alcune ore, i residenti sono rientrati nei loro appartamenti dopo che le fiamme sono state spente e i vigili del fuoco hanno accertato l'assenza di danni strutturali all'edificio. "Hanno suonato al citofono intorno all'una e mezza - racconta un inquilino della stessa palazzina in cui viveva la vittima a PalermoToday -  e ci hanno fatto scendere in strada. Siamo rimasti fuori fino alle 3.30 di notte circa. Giaimo era una brava persona, anche se molto solitaria".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in via Giusti, scoppia incendio in casa: morto professore in pensione

PalermoToday è in caricamento