Cronaca Libertà / Via Umberto Giordano

Via Giordano, furto all'interno di un bene confiscato alla mafia

I ladri hanno fatto irruzione nei locali dell'Istituto Mediterraneo di Studi Internazionali, centro di ricerca e formazione, portando via il pc dell'associazione, un video-proiettore e altro materiale di cancelleria

I segni dopo l'irruzione dei ladri

La notte scorsa alcuni ladri hanno fatto irruzione nei locali dell'Istituto Mediterraneo di Studi Internazionali, centro di ricerca e formazione che ha sede all'interno di un bene confiscato alla criminalità in via Umberto Giordano 55, a Palermo.  L’immobile, che si trova al primo piano, ospita dallo scorso anno l’associazione nata nel 2014 dall’idea di alcuni ex studenti e docenti universitari per approfondire i temi dell’attualità internazionale, della geopolitica e dell’educazione alla legalità. 

I locali erano stati inaugurati nemmeno un anno fa e assegnati dal Comune di Palermo grazie al progetto "Palermo capitale del Mediterraneo". I ladri hanno forzato la serratura e hanno portato via il pc dell'associazione, un video-proiettore e altro materiale di cancelleria che si trovava nella “saletta degli eroi”,  l'auletta intitolata a tutti coloro che hanno sacrificato la propria vita per la lotta alla criminalità mafiosa, un vero hub culturale, di formazione e di incontro per la città. 

"Oggi è un giorno triste e di grande sconforto. Alcuni ladri si sono introdotti nei nostri locali e hanno trafugato via computer e proiettore. Si tratta di un atto vile e disonesto che abbiamo già denunciato alle autorità competenti. Un luogo di dialogo e di formazione alla cultura della legalità viene sfregiato e privato dei suoi strumenti. Un luogo di memoria, la saletta degli eroi, che viene depredato da sciacalli senza scrupoli" - questo il commento del coordinamento dell'associazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Giordano, furto all'interno di un bene confiscato alla mafia

PalermoToday è in caricamento