menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Domenico Federico, arrestato dopo l'aggressione di via Empedocle Restivo

Domenico Federico, arrestato dopo l'aggressione di via Empedocle Restivo

Via Empedocle Restivo, donna aggredita in casa: è gravissima

La vittima, un'anziana, è stata colpita più volte con un paio di forbici al culmine di un'accesa discussione, è in coma e ha perso un dito. Preso l'aggressore: è un 22enne, che aveva fatto visita alla signora per un chiarimento sul presunto furto di un portafogli

Si trova in coma farmacologico un'anziana ultraottantenne, picchiata ieri sera mentre si trovava nel suo appartamento, in via Empedocle Restivo. Con l'accusa di tentato omicidio la polizia ha arrestato questa mattina un ragazzo di 22 anni, Domenico Federico. E' successo tutto in pochi minuti. Federico sarebbe andato in compagnia della moglie, e di un'altra persona, a casa dell'anziana, per un chiarimento in merito a un portafogli smerrito dall'anziana e forse oggetto di furto. La vittima infatti conosceva i suoi aggressori: il ventiduenne avrebbe lavorato in passato in casa della donna come muratore. 

GUARDA IL VIDEO: RAPTUS PER UN PORTAFOGLI SCOMPARSO: "RIDOTTA IN FIN DI VITA DAL SUO MURATORE"

Così ieri sera, dopo la "visita", sarebbe nata un'accesa discussione. Gli animi si sono surriscaldati. La donna avrebbe aggredito verbalmente il giovane, che - per tutta risposta - in preda a un vero e proprio raptus, si è scagliato contro l'anziana, ha afferrato un paio di forbici colpendo più volte la donna. Cade così l'ipotesi della rapina, che era sembrata quella più solida inizialmente. 

E' quindi scattato l'intervento della polizia. Sul posto sono arrivati anche i soccorritori del 118. La donna, ancora sotto shock, ha avvisato la polizia. Subito dopo è stata trasportata in ospedale in gravissime condizioni tanto che si sarebbe resa necessaria l’amputazione di un dito. Ma preoccupano di più le altre ferite, alcune delle quali alla testa.

Gli agenti poco dopo hanno avviato le ricerche, anche grazie alla descrizione fornita dalla vittima, la quale ha perso conoscenza già dopo i primi colpi ricevuti. E i poliziotti della squadra mobile sono riusciti ad individuare, nel corso della nottata, uno degli aggressori che è stato fermato e ha confessato le proprie responsabilità. "La paziente - spiegano da Villa Sofia - si trova ricoverata al Trauma center, in coma farmacologico e in prognosi riservata. Le sue condizioni sono gravi ma stabili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento