Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Politeama / Via Emerico Amari

Anello ferroviario, rinviata al 2016 la chiusura di via Emerico Amari

A darne comunicazione, dopo il confronto con la Tecnis, è stata l'Amministrazione comnunale: tutto spostato al 4 gennaio. Orlando: "Quella strada, sino alla chiusura del cantiere, diventerà un'isola pedonale". Confcommercio esprime soddisfazione: "Ossigeno per chi ha attività in zona"

Anello ferroviario, cantiere in via Amari - foto Campolo

Rinviata al 4 gennaio la chiusura di via Emerico Amari. L’Amministrazione ha accolto la comunicazione della Tecnis, l’impresa che sta realizzando per conto di Rfi i lavori per l’anello ferroviario, riguardo la possibilità di spostare all’inizio del prossimo anno le opere che avrebbero bloccato il traffico della zona per undici mesi, senza costi aggiuntivi per la stazione appaltante. Soddisfatta Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo: "Ciò consentirà ai commercianti, le cui imprese si trovano nella zona interessata dal cantiere, di salvare il lavoro del periodo natalizio che commercialmente è di importanza vitale, soprattutto a fronte dei grandi disagi patiti da chi opera in questa zona".

Dando comunicazione dello spostamento dei lavori il Comune ha voluto precisare che “è bene ricordare che in ogni caso i lavori che interesseranno la via Emerico Amari, prevedono sì la chiusura al traffico veicolare, ma anche una piena fruibilità e addirittura l'aumento della superficie utile dei marciapiedi. Quella strada potrà diventare un'isola pedonale per tutta la durata dei lavori". "Tale rinvio - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - servirà per progettare gli interventi utili per trasformare una pedonalizzazione necessaria in una nuova opportunità per incrementare e sostenere le attività commerciali della via".

LEGGI ANCHE - CONFESERCENTI: "ESENZIONI PER LE AZIENDE DELLA ZONA"

Nonostante la buona notizia per i commercianti, da Confcommercio fanno sapere che non abbasseranno la guardia, continuando a monitorare i tempi e le modalità di realizzazione del cantiere. "Recepiremo segnalazioni e ci faremo carico - prosegue Di Dio - delle richieste legittime e opportune. Confcommercio promuoverà iniziative atte a rivitalizzarle e sollecitare l’attenzione da parte dei consumatori perché con il loro consumo ‘critico’ possano rivolgersi proprio a quelle imprese che stanno pagando più degli altri, e amaramente, i disagi per la realizzazione di opere di interesse collettivo".

Il presidente della commissione Attività Produttive del comune di Palermo, Paolo Caracausi (Idv), esprime apprezzamento per la scelta di sospendere i lavori dell’anello ferroviario per il periodo natalizio. "I commercianti hanno diritto di lavorare e l’Amministrazione comunale non poteva non ascoltare il loro appello. Mi auguro che in queste settimane di stop - conclude - si possa lavorare affinché le proposte che vengono dai commercianti vengano accolte e perché vengano messe in atto tutte le iniziative necessarie per ridurre i disagi".

"Siamo soddisfatti della nuova programmazione dei lavori per il passante ferroviario, condividiamo l'impregno dell'amministrazione comunale per non penalizzare ulteriormente i commercianti della zona". A dichiararlo è il presidente di Confartigianato Palermo, Nunzio Reina, che aggiunge: "Bloccare l'economia in una delle aree nevralgiche della città, specialmente con l'avvicinarsi delle feste, sarebbe stato drammatico per i commercianti. Il dialogo ha la priorità e porta sempre a buoni risultati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anello ferroviario, rinviata al 2016 la chiusura di via Emerico Amari

PalermoToday è in caricamento