Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Zisa / Via Demetrio Camarda

Trovato cadavere di un anziano in casa, si segue la pista dell'aggressione

La macabra scoperta in via Demetrio Camarda, non lontano da via Pitrè. Si tratta di un pensionato di 76 anni. Il corpo era in una pozza di sangue. Indagano i carabinieri

foto Campolo

Il cadavere di un uomo di 76 anni, Giuseppe D'Arpa, è stato trovato nel tardo pomeriggio di ieri in un appartamento al primo piano di via Demetrio Camarda 10, non lontano da via Pitrè. Il corpo senza vita era riverso per terra, in una pozza di sangue.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della sezione Investigazioni scientifiche. Secondo le prime informazioni, la pista privilegiata è quella dell'aggressione. Sulla vicenda indagano i carabinieri della Compagnia di San Lorenzo. I militari dell'Arma hanno interrogato, fino a notte fonda, i condomini e i parenti della vittima.

L'uomo da qualche tempo frequentava una donna, da poco rientrata dall'estero. E' stata proprio lei, non riuscendo a contattare il 76enne, a lanciare l'allarme. La porta dell'appartamento era chiusa dall'interno ed è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco per aprirla. 

I vicini di casa, ancora increduli per quanto accaduto, descrivono D'Arpa come un uomo mite, dal passato difficile.

"Era una persona schiva, un po' particolare, ma non aveva fatto mai male a nessuno - racconta a PalermoToday una donna che vive al piano di sopra -. Fino a circa tre anni fa viveva con la sorella e il figlio di lei, poi ebbero una furiosa lite e si sono separati. Che io sappia viveva solo e non stava con nessuno. Ci siamo spaventati quando abbiamo visto i carabinieri, poi abbiamo capito cosa fosse successo. Poco più di un anno fa ci ha fatto pigliare un bello spavento per una grossa fuga di gas, ma per quello che sappiamo l'aveva dimenticato aperto, non credo fosse stato un gesto voluto".

Incredula l'anziana che vive nell'appartamento al primo piano, ma nell'altra scala rispetto all'abitazione di D'Arpa: "Siamo sconvolti. Poverino. Lavorava alle poste come il padre, era scapolo e viveva nella casa storica dei genitori. Quando ha litigato con la sorella, lei e il figlio sono andati a vivere nella zona di via Paruta. Il nipote ha una grossa ditta che costruisce e monta infissi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato cadavere di un anziano in casa, si segue la pista dell'aggressione

PalermoToday è in caricamento