menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cep, capannone trasformato in serra per coltivare marijuana: un arresto

All'interno la polizia ha trovato oltre 60 arbusti alti circa un metro, in piena fioritura e una ventina di piante messe a essiccare

Aveva trasformato un capannone in via Cosenz in una serra per la coltivazione della marijuana e per difenderla era disposto a tutto, anche minacciare con un coltello i poliziotti intervenuti per un controllo. Per l'uomo sono scattate le manette.

Gli agenti dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico transitando lungo via Cosenz hanno avvertito un   odore acre di marijuana provenire da un immobile. Quando si sono avvicinati hanno notato l'uomo che si stava allontanando, per poi tornare sui suoi passi minacciando gli agenti con un coltello. L'uomo è stato bloccato mentre, con l'aiuto dei vigili del fuoco, è stata aperta la porta del locale. "All'interno - spiega la polizia - c'era una vera e propria coltivazione indoor di marijuana con oltre 60 piante alte circa un metro, in piena fioritura e una ventina di piante messe a essiccare". La “serra” è stata posta sotto sequestro. L'arrestato (del quale non sono state rese note le generalità ndr) si trova al Pagliarelli in attesa di giudizio.

Nelle ultime ore sono finiti in manette, sempre per spaccio, anche F.S., 33 anni e F.F., 24 anni. I due sono stati individuati tra viale Michelangelo e via Badia. Alla vista degli agenti hanno cercato di fuggire a bordo di uno scooter, ma il tentativo non è andato a buon fine. Nel corso della perquisizione, sono stati trovati in possesso di oltre 2mila 400 euro e 10 involucri in cellophane contenenti hashish. In sede di giudizio, gli arresti sono stati convalidati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento