menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Protestano i dipendenti Terna

Protestano i dipendenti Terna

"Terna abbandona la Sicilia": sit in dei lavoratori in via Castellana

La protesta è stata indetta dai sindacati di categoria, Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil e dalle Rsu. "Dopo aver soppresso la direzione territoriale a Palermo - dicono - ora chiude anche il turno del centro di ripartizione"

Sit in e assemblea dei lavoratori Terna stamani davanti ai cancelli della sede di via Castellana. Fra i motivi della protesta indetta dai sindacati di categoria, Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil e dalle Rsu, c’è  “lo smantellamento in Sicilia messo in atto da Terna Rete Italia Spa – scrivono in una nota -  che continua con un decisionismo unilaterale e immotivato. A fronte di poche assunzioni di operai con bassissimo inquadramento, diminuisce il totale degli occupati in Sicilia con massivi esodi di quadri, impiegati, e operai anziani”.

“In silenzio e con decisioni non condivise dai sindacati – spiega Gaetano Montagnino, segretario Flaei Cisl Palermo Trapani - Terna Rete Italia mette a rischio il futuro dell'occupazione in Sicilia,  che negli anni è passato da circa 200 occupati a circa 150, nonostante l'acquisizione da Rfi di nuove stazioni elettriche. Non capiamo perché, nonostante i ricavi di bilancio e gli investimenti portati a termine come il raddoppio del cavo Sicilia-Calabria, continui l’accentramento delle attività a Napoli e lo smantellamento in Sicilia. Dopo aver soppresso la direzione territoriale a Palermo, ora chiude anche il turno del centro di ripartizione, il piccolo presidio rimasto è, infatti, alle dipendenze della sede campana".

“Terna quindi – lamentano i sindacati - ancora una volta abbandona la Sicilia e tutto il Sud Italia, e assume decisioni unilaterali non condivise, dai lavoratori e da tutte le Rsu”. “Chiediamo maggior rispetto per lavoratori e organizzazioni sindacali  - aggiunge Montagnino  - , l’azienda ripensi alle sue decisioni unilaterali ripristinando un clima di dialogo e collaborazione e lasciando in Sicilia competenza lavoro e professionalità”.

Fra le motivazioni dell’assemble anche l’introduzione, per il periodo estivo e in via sperimentale, di una differente articolazione settimanale dell’orario di lavoro per il personale con sede di lavoro in via Castellana “che lascia una sede importante svuotata durante l’estate”, concludono i sindacati.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento