Beccato mentre spaccia in via Candelai, minorenne pedinato e arrestato a Ballarò

In manette un ragazzo di 17 anni. La polizia ha assistito all'incontro con un cliente e poi ha seguito il giovane pusher. Sequestrati ventisei pezzi di hashish e 480 euro in banconote di diverso taglio

Ha dato appuntamento a un cliente in via Candelai, ma poco dopo avergli ceduto dell'hashish, è stato bloccato e arrestato dalla polizia. Protagonista della vicenda un ragazzo di 17 anni della zona di Porta Nuova, ammanettato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

L'operazione è stata condotta, nella notte tra sabato e domenica, nell'ambito dei controlli disposti dalla questura nei luoghi della movida, dove sono presenti agenti in abiti civili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I poliziotti hanno notato che il 17enne è stato avvicinato da un ragazzo e gli ha consegnato un involucro nero in cambio di denaro. Il giovane è stato quindi seguito fino all’interno di Ballarò, dove gli agenti hanno deciso di intervenire. La perquisizione ha portato al sequestro di 26 pezzi di hashish e 480 euro in banconote di diverso taglio. Il minorenne si trova adesso nel centro di prima accoglienza per minorenni “Francesca Laura Morvillo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento