"Knockout game" in viale Lazio, giovane massacrato da 3 sconosciuti al semaforo

L'aggressione è avvenuta all'incrocio con viale Campania. La vittima, un giovane, era a bordo della sua auto: tre ragazzi si sarebbero avvicinati, poi senza motivo gli avrebbero sferrato un colpo. Si teme si tratti della nuova "moda" di prendere a pugni senza motivo gli sconosciuti

I pugni sono arrivati all'improvviso. In mezzo alla strada. Davanti agli occhi di persone. E' successo all'incrocio tra viale Lazio e viale Campania. Poco dopo le 23, nella notte tra venerdì e sabato. Non una rapina ma solo un assurdo gioco: lo chiamano "knockout game". La vittima è un ragazzo di 25 anni fermo al semaforo, da solo, all'interno della sua auto. Ha la cintura allacciata e il finestrino abbassato. Improvvisamente tre sconosciuti aprono gli sportelli della sua vettura e lo prendono di mira. Una scarica di pugni, colpi precisi, ben assestati e micidiali. Senza una apparente ragione. Perché gli aggressori poi svaniscono nel nulla, così come si erano materializzati. Senza rubare né il cellulare, né il portafogli del malcapitato, che viene massacrato selvaggiamente. Il ragazzo, rimasto sotto shock, ha poi deciso non sporgere denuncia.

Si tratta di una moda made in Usa, ma che è già arrivata in altra città italiana e che consiste nel prendere a pugni senza motivo gli sconosciuti. Nelle scorse settimane un episodio simile si era già verificato a Palermo. In quel caso era stata presa di mira una studentessa universitaria di 29 anni che stava camminando in via Todaro, una traversa di via Oreto, per rientrare in casa. Quella volta la giovane fu avvicinata da due ragazzi che senza motivo le avrebbero sferrato un pugno in faccia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Episodi definiti anomali anche dalla polizia. In effetti le regole di quello che chiamano knockout game sono semplici e folli: bisogna colpire con un pugno in faccia i malcapitati scelti a casaccio. E possibilmente farlo in un luogo pieno di gente in modo da dare più visibilità allo spettacolo. Poi, dopo il pugno in faccia, la fuga "col sorriso in bocca". Quasi a rendere surreale il più illogico e temuto dei giochi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

  • Suicidio in via Guido Cavalcanti, commerciante di 62 anni si toglie la vita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento