menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia in via Calderai (foto archivio)

Polizia in via Calderai (foto archivio)

Furiosa lite in casa, figlio sequestra padre nella stanza da letto: arrestato

E' successo in un appartamento di via Calderai. Un "diverbio" animato, capace di attirare tanti curiosi del quartiere, che sono scesi in strada. Sul posto è intervenuta la polizia

Un figlio inferocito, un padre chiuso in una stanza, terrorizzato, e vicini con il "fiato sospeso". Scene di ordinaria follia in via Calderai, la strada che lega via Maqueda a via Roma. L'intervento della polizia ha evitato il peggio, sbloccando una situazione che si era fatta delicata. In manette per "sequestro di persona a scopo estorsivo" è finito un giovane tunisino che ieri, in un appartamento di via Calderai, aveva terrorizzato il padre, "colpevole" di aver detto "no" all'ennesima richiesta di soldi da parte del figlio. Ne è nata una lite animata. Il giovane ha violentemente reagito, mettendo a soqquadro l'appartamento, rompendo anche una porta a vetri, per poi rinchiudere il padre nella stanza da letto e minacciarlo con un frammento di vetro.

Spettatrici della scena le figlie, insieme ai tanti curiosi del quartiere scesi in strada per "assistere" in qualche modo alla lite. Sono giunte sul posto diverse “volanti” dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. I poliziotti hanno affrontato il giovane, "dapprima tentando di istaurare un dialogo - spiegano dalla questura - e, successivamente, passando alle vie di fatto per disarmarlo ed immobilizzarlo". Il ragazzo tunisino è stato, così, ammanettato e tratto in arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento