Cronaca Oreto-Stazione / Via Buonriposo

In tre rapinano agenzia assicurativa e sequestrano dipendente: un arresto

E' accaduto in via Buonriposo. In manette è finito un uomo di 47 anni, già sottoposto ai domiciliari sempre per rapina. I suoi complici sono riusciti a fuggire. Indagano i carabinieri

Tre uomini entrano in un'agenzia assicurativa fingendo di essere semplici clienti, ma una volta entrati minacciano una dipendente e la costringono a consegnare il denaro a disposizione. Convinti che negli uffici ci siano ben altre cifre, immobilizzano la donna e la chiudono in una stanza mettendosi alla ricerca delle banconote. Al momento della fuga vengono sorpresi dai carabinieri e scatta l'arresto. E' successo nel pomeriggio di ieri in via Buonriposo.

I militari dell'Arma hanno fatto scattare le manette ai polsi di Pietro Scalia, 47 anni, già sottoposto agli arresti domiciliari. Deve rispondere di "rapina con sequestro di persona" ma anche di evasione.  Con lui c'erano due complici, che sono riusciti a fuggire.

"Uno dei tre malfattori  - spiegano i carabinieri  - portando con sè, una carpetta porta documenti, si introduce presso l’agenzia. Successivamente hanno accesso gli altri due, finora rimasti in disparte. Chiedono, minacciando l’impiegata, il denaro della cassa. L’impiegata che, era da sola in ufficio, consegna il solo denaro che aveva, circa 160 euro. I malfattori, però, pensano che vi sia altro denaro custodito negli uffici. A quel punto uno di loro la prende per il polso, la strattona e la rinchiude, vigilandola, in un'altra stanza. La donna viene privata del telefono cellulare per evitare di chiamare le forze dell’ordine. Gli altri due si mettono a rovistare tutti i locali. Convintisi che non vi era altro denaro, scappano via ma vengono avvistati da una 'gazzella'  in pattuglia".

Uno dei tre è stato bloccato mentre tentava la fuga in sella a un ciclomotore con la targa oscurata. Con sè aveva ancora i soldi rubati pochi attimi prima. Dagli accertamenti è emerso che era ai domiciliari per un’altra rapina condotta con il medesimo modus operandi. Adesso si trova al Pagliarelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In tre rapinano agenzia assicurativa e sequestrano dipendente: un arresto

PalermoToday è in caricamento