menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Richiuso lo scavo in via dell'Arsenale, Alesi: "Nessuna risposta sugli idrocarburi fuoriusciti"

Nel corso dei lavori per il disinquinamento della fascia costiera dall'Acquasanta al fiume Oreto erano stati trovati idrocarburi mescolati alle acque reflue urbane. Dalla circoscrizione: "Attendiamo ancora spiegazioni"

"Un anno dopo il ritrovamento di idrocarburi di consistenza oleosa durate i lavori per il nuovo collettore fognario in via Dell’Arsenale lo scavo è stato chiuso, ma nessuno ha informato i cittadini su quel ritrovamento". A sollevare il caso è il consigliere dell'ottava circoscrizione Maurizio Alesi.

"In seguito a una mozione a mia firma – aggiunge - sono stati sospesi i lavori per accertare le cause e l’origine dello sversamento, evitando il rischio che gli idrocarburi inquinino la falda e che arrivino in mare. Avevamo chiesto una conferenza di servizi con l’impresa, la capitaneria di porto, guardia costiera e il ministero dell’Ambiente per accertare la natura dell’inquinante e scongiurare rischi per la salute dei residenti. Dopo mesi di fermo nel cantiere - continua Alesi - lo scavo è stato ricoperto senza fornire le spiegazioni richieste e in presenza del liquido, tornato in superficie, e delle esalazioni nauseabonde diffuse nell’aria. I cittadini - conclude Alesi - hanno il diritto di avere una risposta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento