menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Google

Foto Google

Via Almeyda, manomettono bancomat per rubare i soldi "incastrati": arrestate

In manette due rumene di 41 anni. Le due avevano montato un apparecchio che avrebbe impedito al correntista di ritirare il denaro, di fatto rimasto incagliato in una forchetta

Manomettono lo sportello di un bancomat facendo in modo che i soldi restino incastrati così, quando il correntista si allontana per chiedere assistenza, possono intervenire e rubare il denaro. E' lo stratagemma realizzato da due donne rumene di 41 anni, arrestate dalla polizia in via Di Maria nei pressi della stazione Notarbartolo. Le due - M.P. e C.G.B. - sono accusate di avere manomesso lo sportello della Credem di via Almeyda.

A dare l'allarme è stato un passante, che ha visto le due donne armeggiare sul bancomat, e allo stesso dalla centrale operativa dell’istituto di credito attraverso il sistema di videosorveglianza remoto. Secondo una prima ricostruzione le due rumene hanno fatto ricorso a un sistema fraudolento, particolarmente conosciuto negli ambienti criminali cittadini: il cosiddetto 'Cash Trapping'. "Le due - spiega la polizia - avrebbero preventivamente piazzato ai bordi dell’erogatore di denaro un marchingegno rudimentale, ma estremamente efficace, per poi allontanarsi e attendere l’arrivo di uno sfortunato correntista. Tale manufatto avrebbe impedito al correntista di ritirare il denaro, di fatto rimasto incagliato in una forchetta, inducendolo a pensare a un cattivo funzionamento del bancomat. Il correntista si sarebbe allontanato e sarebbe stata quella la fase propizia al ritorno delle rumene che con un grimaldello avrebbero recuperato la forchetta e quindi rubato il denaro".

Il piano criminale delle due straniere è naufragato all’arrivo dei poliziotti e si è fermato alla prima fase, quando una correntista ignar aveva chiesto l’erogazione di 50 euro, banconota regolarmente finita nella trappola della forchetta. Le due donne hanno tentato di allontanarsi ma sono state bloccate in via Generale Di Maria. Nella borsa di una delle due sono state ritrovate le forbici, presumibilmente pronte a essere usate come grimaldello per estrarre il denaro. L'arresto è stato convalidato dall’autorità giudiziaria.

La polizia consiglia ai correntisti di "segnalare immediatamente alle forze dell’ordine qualunque, apparente manomissione degli sportelli che erogano banconote e, nelle immediatezze di un prelievo, di accertarsi che nessuno si trovi nelle vicinanze e scruti insistentemente".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento