Torna la banda spacca vetrine, furto con beffa al bar Garibaldi: via la cassa ma è vuota

I malviventi, dopo aver ridotto in frantumi la vetrina del locale del centro storico, hanno portato a casa il registratore di cassa senza un euro dentro. I titolari: "Una guerra tra poveri e meno poveri mentre i ricchi guardano, ridono e se la godono"

Foto pubblicata su Facebook dai gestori del bar

Hanno sfondato la vetrata, fatto irruzione nel locale e portato via il registratore di cassa che, tuttavia, non conteneva neppure un euro. Ennesimo colpo al centro storico della banda spacca vetrine. A essere preso di mira, questa volta, è stato il Bar Garibaldi in via Alessandro Paternostro. I malviventi, dopo aver ridotto in frantumi una parte della vetrata d'ingresso del locale molto frequentato in città, hanno portato a casa un bottino amaro. La cassa, infatti, secondo quanto dichiarato dai titolari era vuota. 

"La banda del buco ha colpito anche il nostro bar, rubando il cassetto del registratore fiscale vuoto - si legge sulla pagina Facebook del Bar Garibaldi -. Comprendendo l'enorme disagio sociale che vive la nostra città, è triste che ad essere colpite siano sempre piccole attività commerciali. Una guerra tra poveri e meno poveri mentre i ricchi dall'alto dei loro esercizi finanziari guardano, ridono e se la godono. Meno buchi e più coraggio, guardate più in alto". Sul furto indagano i carabinieri. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il riferimento porta indietro a una settimana fa, quando al centro della cronaca è arrivato il pub St'Orto. In quell'occasione, sempre nel cuore della notte, alcuni ladri hanno colpito con una pietra la vetrina del pub in discesa dei Giudici, rubato il registratore di cassa e portato a casa poche decine di euro. Lo scorso febbraio, invece, la banda spacca vetrine ha messo a segno un colpo nella gioielleria Sutera, anche questa in via Alessandro Paternostro. Lì, dopo aver sfondato la vetrina, i malviventi a volto coperto sono riusciti a portare a casa diversi orologi e penne per un valore di 4 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Coronavirus, a Musumeci non piace il nuovo Dpcm: "Contrari alle limitazioni nei matrimoni"

  • Tragedia a San Lorenzo, ragazza di 30 anni trovata morta in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento