Cronaca Libertà / Viale Lazio

Sfondano vetrina di Plo Plì con l'auto, poi la folle fuga fino allo Zen: arrestato 25enne

Nel mirino il negozio di abbigliamento ad angolo tra viale Lazio e via Aquileia. Dopo un inseguimento a tutta velocità le volanti della polizia hanno bloccato in via Fausto Coppi un giovane, che è stato arrestato. Caccia al complice

La vetrina spaccata dopo la folle notte - foto PalermoToday

L'auto che in retromarcia sfonda la vetrina Plo Plì, il negozio di abbigliamento saccheggiato, il "cambio macchina", la fuga a tutta velocità con la polizia alle calcagna fino allo Zen e un ragazzo di 24 anni in manette per furto aggravato in concorso, Nikolas Lo Iacono. E' successo tutto questo la scorsa notte intorno alle 4.

Ma andiamo con ordine. Nel mirino ancora una volta Plo Plì, il negozio che si trova all'angolo tra viale Lazio e via Aquileia. I ladri, a bordo di una Fiat 500 rubata, hanno sfondato la vetrina, si sono fiondati all'interno. Il tempo di prelevare magliette, pantaloni e giubbotti (per il valore complessivo di 3 mila euro) e poi scappare. Suona l'allarme, le telefonate alla centrale operativa della polizia, attivano l'intervento degli agenti. Sul posto arrivano quattro volanti.

I ladri, due secondo le prime ricostruzioni, lasciano l'auto e con la merce appena "prelevata" salgono su un'altra macchina rubata. Ne nasce un inseguimento mozzafiato: i fuggitivi sfrecciano a tutta velocità verso le Zen. Ed è qui che la polizia - dopo una fuga durata per più di mezz’ora - riesce a fermare uno dei ladri, in via Fausto Coppi. Il complice invece si è volatilizzato, facendo perdere le proprie tracce nelle stradine del quartiere. Lo Iacono dovrà rispondere anche dei reati di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

La refurtiva sottratta da Plo Plì è stata recuperata e riconsegnata al legittimo proprietario. Il negozio di abbigliamento aveva già subìto un assalto lo scorso gennaio. In quel caso la vetrina fu presa a mazzate. Un modus operandi già visto più volte in questi mesi. Prima le pietrate contro una vetrina della Rinascente, poi i raid ai danni di via Roma 261 (ex Navigare) e della gioielleria Cipolla e il precedente furto da Plo Plí, i due blitz ai danni di Tutrone In e quello alla profumeria Cocoon (di viale Strasburgo). Gli investigatori hanno avviato le indagini per chiarire se gli altri colpi messi a segno con le stesse modalità siano riconducibili al 25enne arrestato la scorsa notte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfondano vetrina di Plo Plì con l'auto, poi la folle fuga fino allo Zen: arrestato 25enne

PalermoToday è in caricamento