Vescovo della Chiesa evangelica-luterana diventa nuovo cittadino palermitano

La cittadinanza onoraria a Heinrich Bedford-Strohm, bavarese, è stata assegnata a Palazzo delle Aquile dal sindaco Leoluca Orlando

Heinrich Bedford-Strohm e Leoluca Orlando

Il vescovo della Chiesa evangelica-luterana della Regione Baviera, Heinrich Bedford-Strohm è da oggi un nuovo cittadino palermitano. La cittadinanza onoraria è stata assegnata questa mattina a Palazzo delle Aquile dal sindaco Leoluca Orlando. Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il ministro albanese per la diaspora Pandeli Majko, il sottosegretario italiano all’Istruzione, Giuseppe De Cristofaro, il vice sindaco Fabio Giambrone, gli assessori Giusto Catania e Adham Darawsha, il presidente della Consulta delle Culture, Ibrahima Kobena, e una rappresentanza dell'equipaggio della Sea Watch.

Tre i temi principali per cui il sindaco ha deciso il conferimento. Il primo, per l’opera di sensibilizzazione intrapresa da Heinrich Bedford-Strohm al fine di ribadire la necessità di garantire il rispetto del diritto alla vita di tutti gli esseri umani e l’attivazione di meccanismi di soccorso, di accoglienza e di solidale redistribuzione in Europa, rispetto al fenomeno delle migrazioni in atto. Il secondo, per aver riconosciuto e apprezzato l’importante cambiamento culturale e sociale della nostra Città divenuta, con la Carta di Palermo, visione di futuro ed esempio nel presente per una Europa di accoglienza e rispetto dei diritti umani. E, infine, per aver prestato autorevole attenzione al progetto intitolato “Io sono persona, noi siamo comunità” come alternativa a egoismi individualistici e a soffocanti appartenenze a gruppi chiusi”.

Nel corso della cerimonia il sindaco Orlando e il vescovo Bedford-Strohm hanno sottoscritto un appello (Palermo Appell 2.0), il secondo rispetto a quello già siglato lo scorso giugno, rivolto ai Governi, alla società civile e al Parlamento Europeo, affinché "vengano realizzate politiche migratorie internazionali sostenibili che rispettino i diritti dei migranti evitando la perdita di vite umane e la criminalizzazione di chi opera per offrire soccorso in mare". Con il primo “Palermo-Appell” sulle politiche per il salvataggio in mare, il vescovo  Bedford-Strohm aveva annunciato di voler finanziare e mandare una nave di salvataggio a nome delle chiese e della società civile tedesca e europea nel Mediterraneo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Heinrich Bedford-Strohm, giunto ieri a Palermo, vi resterà fino a domani e nel pomeriggio, sempre insieme al primo cittadino del capoluogo siciliano, si recherà in Cattedrale dove sarà ricevuto da S.E. Mons. Corrado Lorefice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Coronavirus, altri 65 nuovi casi in Sicilia: Palermo la provincia più colpita

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento