rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Vertenza Ksm, Ugl sul piede di guerra: "Contratti depotenziati e 150 licenziamenti"

Sospensione della tredicesima per tre anni, azzeramento dei permessi, mancato pagamento dei primi tre giorni di malattia sono solo alcune delle rinunce chieste a chi resta. Il sindacato: "Non possono essere i lavoratori a pagare i debiti dell'azienda"

"La Ksm security ha annunciato il licenziamento di almeno 150 dipendenti e propone un nuovo contratto di prossimità per gli altri lavoratori". A comunicare la notizia è l'Ugl che, infuriata, risponde con secco no. "La proposta - spiega il segretario regionale di categoria Giovanni Vitale (Ugl) - prevede la sospensione dell’erogazione della tredicesima mensilità per tre anni, l’azzeramento dei permessi, il mancato pagamento dei primi tre giorni di malattia legato però ad un premio produttività basato sulla presenza, l’abbattimento del 50% della maggiorazione dello straordinario, la non retribuzione della prima ora dello straordinario stesso, oltre alla fuoriuscita del personale previsto per cui si sta cercando di salvare circa 40/50 unità prossime alla pensione". Rimane garantito, invece il diritto di prelazione per i licenziati, in caso di eventuali assunzioni nelle imprese del gruppo o sulle varie procedure di trasferimento degli impiegati nell’ambito del territorio nazionale.

La decisione dell'azienda, secondo il sindacato sarebbe dovuta ad un buco di bilancio di svariati milioni di euro che ne avrebbe messo in seria difficoltà le casse. “I debiti sono di chi li ha fatti e non dei lavoratori che, ogni giorno – conclude Vitale - con passione, dedizione e spirito di sacrificio, si impegnano a lavorare per portare a casa uno stipendio già da fame". 

Da qui la presa di posizione netta dell'Ugl: "Non ci piegheremo ad avallare un accordo così folle, per mandare a casa senza un motivo una parte di lavoratori per far pagare i debiti contratti a coloro che rimarranno. Ci opporremo in tutti i modi e in ogni sede affinché questa nuova contrattazione non veda la luce, per procedere così a far transitare il personale in altre aziende grazie alle procedure di cambio d’appalto". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Ksm, Ugl sul piede di guerra: "Contratti depotenziati e 150 licenziamenti"

PalermoToday è in caricamento