Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Via Ugo la Malfa

Vertenza 4U, lavoratori in corteo per gli stipendi arretrati

Non vedono un euro da novembre e per questo il "popolo dei call center" è pronto per un'altra manifestazione. Manifestazione in partenza da via Ugo La Malfa, davanti alla sede dell'azienda, in concomitanza con l'incontro convocato dall'assessore comunale Marano

Manifestazione dei lavoratori 4U in via La Malfa

Sono rimasti senza stipendio da mesi e per questo i lavoratori del call center palermitano "4U Servizi" torneranno a scioperare. La decisione è giunta nel corso delle assemblee indette dai sindacati per stabilire le prossime azioni per rivendicare il pagamento dei compensi arretrati. La manifestazione si terrà martedì 20 gennaio, in concomitanza con l'incontro convocato dall'assessore comunale alle Attività produttive Giovanna Marano. Pochi giorni fa sono state interrotte le trattative per la cassa integrazione in deroga.

In via Ugo La Malfa, dalle ore 9 in poi, prenderà vita un corteo che partirà dalla sede dell'azienda per finire davanti alla sede dell'assessorato. "I lavoratori sono esasperati - ha osservato Roberto Giannotta, responsabile Telecomunicazione Fistel Cisl Palermo-Trapani - ci auguriamo che l'azienda ascolti le nostre richieste sul pagamento degli arretrati entro il mese di gennaio, non si possono chiedere altri sacrifici e rinvii di scadenze così come fatto dalla società la scorsa settimana".

"Confidiamo - ha spiegato Daniela De Luca, segretario Cisl Palermo-Trapani - nell'intervento e nel sostegno sulla vertenza da parte del comune, non possiamo consentire la perdita di un solo posto di lavoro, quindi bisogna lavorare tutti insieme affinché ai lavoratori venga garantito lo stipendio e un futuro certo. La mancanza di regole certe in questo settore, non fa altro che calpestare i diritti dei lavoratori". (Fonte: TmNews)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza 4U, lavoratori in corteo per gli stipendi arretrati

PalermoToday è in caricamento