Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Arenella-Vergine Maria

Vergine Maria, 160 bambini ripuliscono la spiaggia

E' l’obiettivo con cui A Scuola di Acqua, progetto didattico, è arrivato a Palermo con l’iniziativa di Plogging Day, un’originale attività, che coniuga jogging e pulizia dell’ambiente

Oltre 160 bambini delle scuole primarie di Palermo in campo per pulire e restituire la bellezza alla Spiaggia di Vergine Maria. E' l’obiettivo con cui A Scuola di Acqua, progetto didattico promosso da Gruppo Sanpellegrino con Nestlé Vera, il suo brand ambasciatore della corretta idratazione per i bambini e le famiglie, è arrivato a Palermo con l’iniziativa di Plogging Day, un’originale ed entusiasmante attività, che coniuga jogging e pulizia dell’ambiente, impegnando i bambini in un bellissimo momento partecipativo. Raccolti 200 chili di plastica.

A Palermo i bambini sono stati protagonisti di una mattinata coinvolgente all’insegna del lavoro di squadra, affiancati dai volontari di Retake Palermo, associazione che promuove il decoro urbano, l’orgoglio civico, il volontariato e l’educazione, e partner dell’iniziativa di Plogging insieme a Scuola Attiva Onlus, che da anni si dedica alla creazione di progetti educativi gratuiti, finalizzati ad arricchire i programmi formativi offerti dalla scuola agli studenti, attraverso percorsi guidati su diverse tematiche di interesse sociale.

Un’iniziativa patrocinata dal Comune di Palermo, dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea e dalla Rap che mette a disposizione dell'evento materiali e mezzi per il recupero dei rifiuti raccolti in spiaggia. La giornata è una delle tappe italiane della Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti e rientra all’interno di Let’s Clean Up Europe, la campagna europea pensata per tenere alta l’attenzione sui danni causati dall’abbandono dei rifiuti in natura.

Marco D’Amico, Presidente di Retake Palermo, commenta: "È con grande piacere che abbiamo accettato l’invito da parte di Scuolattiva Onlus per organizzare insieme questo evento, nell’ambito del progetto educativo “A scuola di acqua” promosso nelle scuole primarie di tutto il territorio italiano, grazie al sostegno del Gruppo Sanpellegrino e di Nestlè Vera. La possibilità di coinvolgere gli alunni delle scuole primarie di Palermo e i nostri volontari che da sempre si occupano del tema del decoro urbano, dell’ambientalismo e del riciclo dei rifiuti ci rende orgogliosi e carichi di energie. Ci è sembrato giusto realizzare questo progetto proprio nella settimana del “Let’s Clean Up Europe”, momento in cui, in tutta Europa si moltiplicano moltissime campagne di pulizia per affrontare il problema dell’abbandono dei rifiuti e sensibilizzare al tema la cittadinanza, soprattutto quella formata dalle nuove generazioni".

“E’ motivo di orgoglio per me essere qui oggi e vorrei congratularmi con i tanti volontari che hanno preso parte alla manifestazione, ma soprattutto con i bambini delle scuole primarie di Palermo che hanno accettato l’invito di ‘A Scuola di Acqua’ offrendo il proprio contributo per ripulire la spiaggia Vergine Maria. Riconfermo la volontà dell’Amministrazione Comunale di rispettare l’impegno preso con la cittadinanza palermitana nel ripulire tutta la città e rinnovo l’invito ai cittadini a collaborare per mantenere pulito il territorio, perché soltanto attraverso una cooperazione sinergica si possono raggiungere importanti risultati.” dichiara Fabio Giambrone, Vicesindaco e Assessore al Decoro Urbano del Comune di Palermo.

La giornata

I bambini, forniti di pettorine, cappellini, guanti e sacchetti, nella più totale sicurezza, sono stati guidati dai volontari e dai loro insegnanti, nella pulizia della Spiaggia di Vergine Maria. Una gara in cui sono tutti vincitori, perché accumunati dall’intento di restituire alla spiaggia la bellezza che le appartiene e insegna ai bambini il rispetto per l’ambiente. La Spiaggia di Vergine Maria ha ospitato anche due zone per le attività didattiche: nella Eduzone i piccoli imparano l’utilità del riciclo, grazie ad un laboratorio esperienziale che prevede la creazione di piccoli oggetti utilizzando le bottiglie di plastica, e approfondiscono i temi delle correnti marine, dei venti e di tutti gli elementi che compongono un’area balneare, con il supporto della Scuola Italiana Cani Salvataggio; la Sportzone è dedicata invece a due sfide ecologiche da affrontare a squadre, tra cui lo “schiaccia rifiuti” che mostra ai partecipanti come si schiaccia correttamente una bottiglia di plastica prima di buttarla nel contenitore del riciclo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vergine Maria, 160 bambini ripuliscono la spiaggia

PalermoToday è in caricamento