menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incendio appiccato a Carini

L'incendio appiccato a Carini

Vento, fuoco e acqua: provincia di Palermo accerchiata dai roghi, la pioggia evita l'emergenza

Complice lo scirocco, i piromani hanno appiccato le fiamme in diverse zone: da Carini a Caccamo, passando per Corleone e Altavilla. Oltre 50 gli interventi dei vigili del fuoco, che ipotizzano un'unica regia dietro agli incendi

Notte d'incendi nel Palermitano. Complice il forte vento di scirocco, i piromani hanno appiccato il fuoco in diverse zone. E per di più lo hanno fatto nell’orario in cui non possono intervenire i mezzi aerei dell’antincendio, ovvero al calar del buio. Tanto da far ipotizzare ai vigili del fuoco che dietro agli incendi di ieri sera ci sia un’unica regia.

La pioggia - provvidenziale in questo caso - ha evitato l'emergenza, aiutando i vigili del fuoco nelle operazioni di spegnimento dei roghi. Oltre cinquanta gli interventi nelle ultime 24 ore: gli incendi, che hannno letteralmente accerchiato la provincia di Palermo, si sono sviluppati nella zona boschiva fra Partinico e Balestrate, nella zona fra contrada Guardiola e Montagna Longa a Carini (nella foto), Marineo, in contrada Manosella a Corleone ed a Giardinello.

Due gli incendi a Borgetto, nella zona di Bosco Balata e nei pressi del santuario di Romitello. Altri roghi ad Altavilla Milicia, a Sciara, in contrada Motta San Calogero e a Caltavuturo in contrada Mandragiumento. Due gli incendi a Caccamo, in contrada Noce e in Santa Maria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento