Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Ventimiglia di Sicilia / Località Cascio

Maxi piantagione di marijuana a Ventimiglia, terzo arresto dei carabinieri

La coltivazione fu scoperta a luglio dai carabinieri, che arrestarono due palermitani, in un fondo del demanio. Michele Mondino, pensionato di 72 anni, riuscì a scappare tra la vegetazione. Ora è stato rintracciato e portato in carcere

Un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per coltivazione e produzione di sostanza stupefacente è stata eseguita dai carabinieri a carico di Michele Mondino, 72 anni. Il provvedimento è stato emesso dal gip di Termini Imerese (Palermo) e costituisce la conclusione di un'indagine che lo scorso luglio aveva permesso ai militari di scoprire in località Cascio, a Ventimiglia di Sicilia, una maxi piantagione di cannabis indica con circa mille piante rigogliose in un fondo di proprietà del demanio.

Due palermitani (Michele Gregoli e Salvatore Lotà), sorpresi a innaffiare la piantagione grazie a un sistema di irrigazione appositamente creato, furono arrestati. Mondino, invece, riuscì a far perdere le proprie tracce tra la fitta vegetazione, raggiungendo a piedi Ciminna, da dove poi chiese un passaggio per rientrare a Palermo. Le successive indagini, coordinate dal sostituto procuratore Francesco Gualtieri, anche grazie all'esame dei tabulati telefonici del cellulare del pensionato, hanno permesso agli investigatori di accertare "la sua presenza in quei luoghi e la partecipazione alla fiorente produzione e coltivazione".

La droga, che è stata sequestrata e distrutta, se immessa sul mercato avrebbe fruttato decine di migliaia di euro. Mondino è stato condotto al carcere Pagliarelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi piantagione di marijuana a Ventimiglia, terzo arresto dei carabinieri

PalermoToday è in caricamento