Vendeva sul web cardellini catturati illegalmente: denunciato uccellatore palermitano

Lo rende noto il Cabs, l'associazione di volontari specializzati in antibracconaggio. L'intervento dei carabinieri forestali ha permesso di sequestrare numerosi volatili protetti dalla legislazione nazionale e comunitaria

Vendeva sul web catturati illegalmente, pubblicizzandoli con la terminologia tipica degli uccellatori palermitani. Messaggi inequivocabili per evidenziare la cattura in natura di una specie di volatili protetta dalla legislazione nazionale e comunitaria. I carabinieri forestali però lo hanno rintracciato e denunciato. Lo rende noto il Cabs, l'associazione di volontari specializzati in antibracconaggio. L'intervento dei militari ha portato così al sequestro di numerosi cardellini.

I carabinieri sono intervenuti a seguito di opportune indagini, con il Centro anticrimine natura di Palermo e il nucleo Cites. Secondo il Cabs, le vendite online di fauna selvatica sono sempre più in aumento. "Per tale motivo - si legge in una nota - confidiamo nella collaborazione con i carabinieri forestali specie in determinati 'punti caldi' del nostro paese e tra questi proprio la Sicilia e Palermo".

Proprio nel capoluogo siciliano, ricorda sempre il Cabs, sono stati rinvenuti nel recente passato, grossi impianti di uccellagione financo nel tratto cittadino del fiume Oreto. Animali, in genere appartenenti alla famiglia dei fringillidi, che trovano poi un luogo di vendita illegale nel mercato degli uccellatori che ogni domenica mattina, nonostante i numerosi interventi del carabinieri forestali, continua a riproporsi (sebbene in forma più ridotta), tra i banchi di Ballarò.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I cardellini sequestrati nei giorni scorsi, sono stati liberati dopo controllo veterinario. Il Cabs rileva che trattasi della quarta operazione contro l'uccellagione condotta in Sicilia nelle ultime settimane. Tra di esse un intervento nel palermitano, a Corleone, in danno di uccellatori residenti nel capoluogo che non esitavano a catturare fauna protetta in un luogo molto distante dalla città. "Siamo certi - conclude il Cabs rivolgendosi ai carabinieri - che non si abbasserà la guardia tornando a colpire ogni fenomeno di cattura illegale di avifauna protetta con particolare riguardo al mercato degli uccellatori di Ballarò".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento