Cronaca

Nave da crociera attracca a Palermo, a bordo un marittimo positivo a variante indiana

Si tratta di un indiano di circa 40 anni arrivato a bordo della Msc Grandiosa e portato con l'ambulanza al San Paolo Palace. Dall'Ufficio del commissario per l'emergenza rassicurano: lavorava in sala macchine, non ha avuto contatti con i passeggeri

Sequenziato un caso di variante indiana del Covid-19 sul tampone eseguito di un marittimo sbarcato a Palermo con una nave da crociera. La conferma è stata fornita dall’Ufficio del commissario per l’emergenza Covid di Palermo, Renato Costa, dopo la comunicazione arrivata dal laboratorio di microbiologia in cui era stato processato il tampone. Si tratta di un indiano di circa 40 anni, asintomatico e in buone condizioni generali, trasferito al San Paolo Palace subito dopo l'attracco al porto.

Il marittimo, in servizio nella sala macchine, era arrivato la scorsa settimana a bordo della Msc Grandiosa. Il suo tampone, insieme a quello di tanti colleghi, è stato processato direttamente a bordo. Una volta accertato il contagio l'indiano è stato isolato e dopo l’attracco della nave è stato affidato ai sanitari del 118 che lo hanno portato al San Paolo Palace hotel, ormai da mesi trasformato in Covid-hotel per accogliere i pazienti asintomatici.

Secondo quanto accertato dalla struttura commissariale il marittimo a bordo non avrebbe avuto contatti con i passeggeri ma solo con parte del personale e non sarebbe mai sceso dalla nave, se non quando è dovuto salire sull’ambulanza. Dunque il caso sarebbe stato circoscritto prima che la variante potesse diffondersi in città. Con il referto in mano i sanitari hanno spiegato la situazione all’armatore al quale è stato demandato il compito di eseguire il contact tracing.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nave da crociera attracca a Palermo, a bordo un marittimo positivo a variante indiana

PalermoToday è in caricamento