menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Variante Covid, Razza: "In Sicilia già individuati 1.115 cittadini provenienti dal Regno Unito"

I dati sono stati estratti dagli uffici dell’assessorato regionale alla Salute e sono stati affidati ai Dipartimenti di prevenzione delle Asp per le misure contenute nella nuova ordinanza del ministro Roberto Speranza

“Sono 1.115 i cittadini che, dal 14 dicembre scorso hanno fatto ingresso nel territorio siciliano provenendo dal Regno Unito, di questi 636 hanno già effettuato il tampone molecolare (ovviamente negativo) prima di arrivare nell’Isola. Questi dati sono stati estratti dagli uffici dell’assessorato regionale alla Salute e sono già nella disponibilità dei Dipartimenti di prevenzione delle Asp per tutte le misure del caso contenute nella nuova ordinanza del ministro Roberto Speranza”. Lo dice l’assessore alla Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza, commentando le iniziative previste dal Governo nazionale circa la diffusione di una variante più aggressiva del Covid-19 che si sta propagando nel sud est dell’Inghilterra.

Dai dati non viene conteggiato il volo (FR3918) della compagnia Ryanair delle 20.45 di ieri sera, che è atterrato all'aeroporto internazionale Falcone Borsellino dopo il decollo nel pomeriggio da Londra Stansted, con a bordo 134 passeggeri,

In Sicilia, dallo scorso 14 dicembre e fino al prossimo 7 gennaio, sono in vigore misure di contenimento dal virus che prevedono, tra le altre, la registrazione al portale siciliacoronavirus.it con la possibilità di inserire l’esito negativo di un test molecolare effettuato 48 ore prima dell’arrivo nel territorio siciliano. Nei principali varchi dell’Isola (porti, aeroporti, stazioni, etc) sono inoltre attivi punti di controllo e drive in dove è possibile effettuare gratuitamente un test antigienico rapido.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento