Cep, vandalizzata dopo un giorno la targa in memoria di Peppino Impastato: "Infami"

A denunciare il vile atto il consigliere Massimiliano Giaconia: "Sono indignato ma combatteremo nel quartiere per la legalità". Il presidente della VI circoscrizione ha convocato una seduta ad hoc per affrontare la vicenda

La targa dedicata a Peppino Impastato e vandalizzata

Un gesto vile, da “infami”, come quello di spaccare la targa commemorativa dedicata all’eroe antimafia Peppino Impastato e installata appena 24 ore prima. A denunciare l’atto vandalico registrato al Cep, tra le vie Paladini e Calandrucci, è il consigliere Massimiliano Giaconia: "Infami hanno deturpato la targa posta ieri nella villetta a lui intitolata. Sono veramente indignato ma non scoraggiato. E’ bene che sappiano che non ci arrenderemo e combatteremo per la legalità nel quartiere".

Appresa la notizia il presidente della sesta circoscrizione Michele Maraventano ha indetto per stamattina, alle 11.30, una seduta del "consiglio di quartiere" alla quale parteciperà anche la terza commissione di cui fa parte proprio Giaconia. “Sono certo che a questa importante iniziativa - afferma il consigliere - parteciperanno tanti cittadini perché sono tantissimi, se non la maggior parte, i residenti del Cep che la pensano in modo opposto a chi ha commesso questo atto ignobile".

Il presidente della terza commissione: "Pronti a ricomprare la targa"

Sulla vicenda interviene anche il Movimento 5 Stelle. “A distanza di poco più di un mese dalla ricorrenza della morte di Peppino impastato - si legge in una nota - vittima di mafia, ci ritroviamo a commentare una notizia triste per Palermo. E' ancora lungo il percorso di crescita culturale da portare avanti, e per combattere realmente la mafia dobbiamo impegnarci tutti affinché i cittadini reagiscano davanti a eventi del genere. Il MoVimento 5 Stelle di Palermo esprime vicinanza a tutti i residenti del Cep, alle scuole, alla parrocchia e all'Associazione San Giovanni Apostolo, che ogni giorno con azioni concrete portano avanti i valori di legalità e di rispetto delle istituzioni, per questo atto che oltraggia la memoria di Peppino Impastato, e invita tutte le parti politiche e la cittadinanza a esprimere solidarietà e a mostrare reale vicinanza con la propria presenza”.

"Un  gesto vile - dichiarano in una nota i consiglieri di Sinistra Comune - che condanniamo con fermezza. Continueremo a lavorare con il massimo impegno, per rispondere con la cultura del rispetto, della  legalità e della giustizia: ci assicurereremo che targa sia rimessa al suo posto nel più breve tempo possibile. L'alleanza fra cittadini e cittadine palermitani ed istituzioni  costruisce ogni giorno  il riscatto di una città che si batte contro la mafia". "L’atto vandalico - commenta il capogruppo del Pd al consiglio comunale Dario Chinnici -  non può restare impunito: ci auguriamo che si possano individuare i responsabili di questo gesto vile che offende la memoria dell’intera Sicilia. Il Partito Democratico si schiera al fianco dei tanti cittadini onesti che ogni giorno, con impegno e abnegazione, fanno la propria parte per migliorare questa città e rendere concreti gli insegnamenti di Peppino Impastato e che sapranno dare una risposta forte a questo atto”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Siamo solidali con la scuola I.C. Giuliana Saladino, con Michele Maraventano Presidente della VI circoscrizione, con tutti quelli che si sono spesi per rendere il giardino un bene comune, ma soprattutto siamo solidali e vicini ai ragazzi del quartiere San Giovanni Apostolo - commentano da Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato - che meritano di avere sempre di più: un giardino curato, spazi pubblici, servizi e tanta bellezza che li circondi. Sappiamo che chi si è impegnato per migliorare il giardino non si fermerà per l’azione pochi vandali, continueremo a sostenere la scuola e il quartiere e tutte quelle realtà che vogliono affermare una cultura fuori dalle logiche mafiose, che parta dal rispetto dell’ambiente, degli altri e del bene comune".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

  • Incidente a Boccadifalco, schianto tra 2 auto: tre feriti, uno è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento