menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basi scout vandalizzate, dall'Agesci oltre 42 mila euro per rimetterle a nuovo

Alla base "Volpe Astuta", zona Altarello di Baida, sono andati 4.147,50 euro. Altri fondi a strutture danneggiate nel Catanese. Il Comitato regionale Agesci ha seguito le vittime dei raid nei diversi passaggi: dalla denuncia ai preventivi per le riparazioni dei danni

Oltre quarantaduemila euro sono stati donati a tre gruppi scout siciliani dal Comitato regionale Agesci, che ha raccolto in un fondo tutto il denaro donato con "#piubellediprima", la campagna nazionale avviata dall'Associazione guide e scout cattolici italiani in risposta ad alcuni atti vandalici che avevano preso di mira diverse basi scout nell'Isola. 

Alla base 'Volpe Astuta' di Palermo, nel quartiere Altarello di Baida, che gestisce il primo bene confiscato alla mafia e assegnato all'Agesci, sono andati 4.147,50 euro, mentre alla base del gruppo Catania 5 sono stati erogati 12.889,50 euro. Alla base del gruppo Ramacca 1, infine, 25.085,05 euro. 

Il Comitato regionale dell'Agesci, attraverso la propria incaricata all'organizzazione Angela Lauretta, si è adoperato sin dal primo momento sostenendo le vittime attraverso diversi passaggi: dalla denuncia alle forze dell'ordine sino alla redazione e alla trasmissione dei preventivi per le riparazioni dei danni. Si è sviluppata un'azione di solidarietà concreta che ha coinvolto tutta l'Italia. L'Agesci Sicilia in una nota ringrazia "tutti coloro che hanno offerto un sostegno non solo economico. I danni causati dagli atti vandalici saranno riparati, del resto non importa quanti buchi farete, importa in quanti saremo a chiuderli”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento