rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Le vampe incendiano la città: decine di interventi, ferito un carabiniere e danneggiato un tram

Nonostante i divieti anche quest'anno vigili del fuoco, militari e poliziotti sono stati chiamati in numerosi quartieri. Fiamme e danni soprattutto nella zona di via Oreto. Sassaiole contro le forze dell'ordine in via Sirillo e in via Pecori Giraldi

Il vetro di un tram rotto, un carabiniere ferito allo zigomo con una pietrata, diverse auto danneggiate e incendi da una parte all’altra della città per le vampe di San Giuseppe. Sono numerosi gli interventi dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine registrati già a partire dalla tarda mattinata di ieri in diversi quartieri, dallo Zen all’Arenella, passando per il Villaggio Santa Rosalia, Brancaccio e Falsomiele.

Da qualche giorno, come segnalato in diverse occasioni dagli stessi cittadini, giovani e meno giovani avevano iniziato ad accumulare le cataste di legna aggiungendo anche vecchi mobili, elettrodomestici abbandonati per strada e altro ancora per rinnovare una tradizione che è però ormai vietata da anni per i pericoli che comporta. In alcuni casi carabinieri e poliziotti sono riusciti a intervenire prima che qualcuno potesse appiccare il fuoco, ma in altri la vampa ha avuto la meglio.

Le squadre dei vigili del fuoco e le pattuglie dei carabinieri, a partire dalle 12 di ieri (venerdì) in poi, sono intervenute in via dei Benedettini, di fronte al campus universitario, dove le fiamme hanno danneggiato diverse auto e la facciata di un edificio, via Pecori Giraldi, via Bartolomeo Sirillo, via Messina Marine, via Vito d'Ondes Reggio, via San Raffaele Arcangelo, sulla spiaggia dell'Arenella (con più di un centinaio di persone trovate attorno al falò), via Sebastiano La Franca e via Placido Rizzotto.

Il sindacato Uilpa: "Gesto ignobile"

In via Sirillo, zona Oreto, l’intervento dei militari dell’Arma e dei vigili del fuoco non è stato gradito dagli organizzatori della vampa che hanno reagito con una sassaiola. Un carabiniere è stato colpito in pieno volto da una pietra ed è stato portato al pronto soccorso del Civico per accertamenti. I medici gli hanno riscontrato un trauma allo zigomo giudicato guaribile in pochi giorni. L’altra sassaiola è stata registrata ieri sera in via Pecori Giraldi, dove è stato danneggiato il vetro di un tram dell’Amat.

Altre cataste di legna sono state individuate e rimosse prima che qualcuno potesse appiccare il fuoco. Gli interventi hanno consentito di sventare le vampe in via Verdinois, largo Medaglie d’Oro, via Carmelo Lazzaro, viale Papa Giovanni XXIII, via Mongitore, vicolo Mercurio, piazza Kalsa, via Primo Carnera, via Federico Ferrari Orsi, via Azolino Hazon, via Antonio Ugo, via Andrea Biondo, via Viviano Giancola, via Felicia Impastato, via Filippo Corazza, via Francesco Colla all’incrocio con via Oreto, via del Cigno e piazza Francesco Durante.

Due giorni fa i vigili del fuoco e la polizia sono intervenuti in piazza Sant'Anna al Capo, zona Papireto, per domare il rogo appiccato da alcuni ragazzi che avevano deciso di anticipare l'accensione. "Erano davanti ai genitori - aveva spiegato una residente - che erano compiaciuti per ciò che stavano facendo. Siamo stufi, queste esalazioni sono tossiche. Non ne possiamo più!"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le vampe incendiano la città: decine di interventi, ferito un carabiniere e danneggiato un tram

PalermoToday è in caricamento