Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Zisa / Via Colonna Rotta

Vampe di San Giuseppe, vince la violenza: lancio di uova marce a Ballarò

Decine di roghi nei quartieri popolari, tra centro storico e periferia. Sassaiole contro i pompieri in via Ernesto Tricomi, nella zona del Villaggio, e in via Colonna Rotta, nel rione Danisinni

Vampa alla Guadagna

Qualcuno l'ha ribattezzato "l'appuntamento con l'illegalità". Come ogni 18 marzo si è presentato puntuale, alla viglia della festa di San Giuseppe. Fuoco, roghi, incendi. In una parola sola: vampe. Domenica pomeriggio rovente nei quartieri popolari, con decine di falò appiccati dalle 16 in poi. Sono stati segnalati incendi in varie zone. Dalla Zisa al centro storico, passando per l'area della Stazione. "Vampe" accese in via Gaetano Mosca e via Colonna Rotta, nel rione Danisinni, via Ernesto Tricomi, al Villaggio Santa Rosalia, piazza del Carmine a Ballarò. Roghi anche in via Marcellini e via Filippo Corazza e in via Bennici, a Sant'Erasmo.

Vigili del fuoco costretti a un super lavoro. Per loro è stata - come ormai ogni anno - una giornata di passione. "In tutto dieci le squadre in azione per domare le fiamme e scongiurare danni", fanno sapere dal comando provinciale A Palermo ha vinto ancora il lato peggiore della tradizione. Falò alimentati con cura certosina con legna e rifiuti dopo un "lavoro" durato settimane. E alle "vampe", come già successo negli scorsi giorni durante le fasi "preparatorie", il rito oggi pomeriggio è stato accompagnato da sassaiole in via Tricomi e via Colonna Rotta contro i vigili del fuoco. A Ballarò invece addirittura lanci di uova marce e arance.

Vampa a Falsomiele, due poliziotti feriti in via Mosca | Video

Intervento anche in piazza Caracciolo, nel cuore della Vucciria. Qua chi ha deciso di appiccare il rogo non si è limitato ad accendere la classica vampa: in fiamme è andato perfino un magazzino. Tre squadre di vigili del fuoco sono intervenute sul posto per domare l'incendio. E poi ancora all'Albergheria, alle spalle dell'Ospedale dei Bambini, dove i carabinieri sono intervenuti per evitare il furto di alcuni cavi per la fibra ottica pronti ad essere utilizzati per accendere la vampa.

"Nessun rispetto di alcuna tradizione autorizza comportamenti inaccettabili", aveva avvisato Orlando nei giorni scorsi. Ma il suo "monito" è rimasto decisamente inascoltato. Perché ancora una volta la vigilia di San Giuseppe per molti palermitani si è trasformata nell'occasione ideale per dare sfogo alla ribellione contro la legalità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vampe di San Giuseppe, vince la violenza: lancio di uova marce a Ballarò

PalermoToday è in caricamento