rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Covid, vaccino per gli over 80: "A Palermo non ci sono più posti, impossibile prenotare” 

A lanciare l'allarme è Silvia Fabra, volontaria dell'Ambulatorio popolare Centro storico, struttura che aveva messo a disposizione degli anziani un servizio gratuito di assistenza alla prenotazione, ora sospeso: "Come si può gestire una campagna vaccinale in questo modo?"

"Impossibile prenotare il vaccino per gli ultra ottantenni, a Palermo non ci sono più posti". A lanciare l'allarme è Silvia Fabra, volontaria dell'Ambulatorio Popolare Centro Storico, struttura che aveva messo a disposizione degli anziani dell'Olivella un servizio gratuito di assistenza alla prenotazione. Ma a poco più di una settimana dall'attivazione da parte della Regione del portale per la prenotazione, la disponibilità in città sarebbe già esaurita, almeno fino alla fine di aprile. 

“Oggi ci vediamo costretti - dichiara la volontaria  - a sospendere il nostro sportello di assistenza per la prenotazione dei vaccini. Abbiamo ricevuto già da giorni decine di richieste da parte di cittadini ultra ottantenni aventi diritto al vaccino nel nostro quartiere. Spesso non hanno la possibilità di effettuare autonomamente la prenotazione, poiché non dispongono né di un computer né di uno smartphone. Ma da ieri - spiega Fabra - non riusciamo a chiudere pratiche di prenotazione, a causa dell'indisponibilità di strutture risultante dal portale online della Regione". 

Nessun avviso informa su quando sarà possibile riprendere con il calendario degli appuntamenti. “Gli operatori del numero verde dedicato al servizio - continua Fabra - ci hanno comunicato solo oggi, dopo svariati tentativi, che il calendario delle vaccinazioni è saturo fino a fine aprile. Non hanno saputo risponderci su quando riprenderanno. Ma i numeri parlano chiaro: la popolazione interessata da questo ciclo di vaccinazioni consta di oltre 350 mila persone. Com'è stato possibile non prevedere una calendarizzazione accurata? Come mai - si domanda - non è stata diramata nessuna comunicazione da parte dei responsabili al servizio?”.

E sono diverse le lamentele di anziani residenti a Palermo che - come già raccontato da PalermoToday - si sono visti assegnare a centri vaccinali sulle Madonie o in altri paesi della provincia. "Come si può gestire una campagna vaccinale in questo modo? È questa - conclude la volontaria - la domanda che rivolgiamo all'Assessorato alla Sanità regionale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, vaccino per gli over 80: "A Palermo non ci sono più posti, impossibile prenotare” 

PalermoToday è in caricamento