rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Vaccinazioni no stop per Pasqua e Pasquetta in Fiera, ancora disagi con le prenotazioni

Nell'hub provinciale non ci si ferma neanche durante i festivi. Partita anche la campagna in 300 parrocchie siciliane. Il commissario Costa. "Proseguiremo con la somministrazione di 3 mila dosi al giorno". Da giovedì 8 aprile, con l'arrivo dei vaccini Pfizer, torneranno a regime le registrazioni per i soggetti fragili

Per la vaccinazione in Fiera non ci si ferma neanche nei giorni di Pasqua e Pasquetta, ma non mancano i disagi per i soggetti fragili e vulnerabili che da giorni continuano ad avere problemi nelle prenotazioni. Prosegue senza sosta la campagna vaccinale all'interno dell'hub provinciale dove contestualmente continuerà, anche per le festività, l’attività di screening con i tamponi in modalità drive in dalle 8 alle 20. Intanto la Regione ha comunicato che da giovedì 8 aprile, con l’arrivo delle nuove dosi Pfizer in Sicilia, gli ultraottantenni e i soggetti fragili potranno tornare iscriversi sul portale per avere conferma del proprio appuntamento.

Le vaccinazioni un Fiera, si legge in una nota dell’Asp, saranno garantite nel rispetto del giorno e degli orari previsti nelle prenotazioni effettuate dagli utenti rientranti nel target. "La pandemia - ha sottolineato il commissario per l’emergenza Covid a Palermo, Renato Costa - impone uno sforzo continuo. Tutti gli operatori saranno impegnati come in una normale giornata feriale. Proseguiremo con la somministrazione di circa 3 mila vaccinazioni al giorno, mentre al drive in sono circa 2 mila i tamponi effettuati ogni giorno". Vanno avanti anche le prenotazioni per gli over 70 (già 101.588 i vaccinati secondo il report aggiornato alle 6 di stamattina) e il personale scolastico (già 69.580 i vaccinati).

Il camper davanti alla chiesa San Francesco di Paola

Vaccini, il camper davanti alla chiesa San Francesco di Paola

Sugli ostacoli riscontrati dai soggetti fragili sono intervenuti i deputati regionali del Movimento 5 Stelle. "Molte patologie e i relativi codici di esenzione - affermano Francesco Cappello, Antonio De Luca, Salvatore Siragusa e Giorgio Pasqua, componenti delle commissione Salute dell'Ars - non vengono riconosciuti dal sistema e accedere agli hub vaccinali diventa quindi impossibile. Quotidianamente ci arrivano segnalazioni in tal senso, che presumiamo arrivino anche a chi dovrebbe intervenire per porvi rimedio. È inammissibile che questi cittadini paghino la decapitazione dei vertici dell'assessorato regionale. Il presidente Musumeci intervenga subito".

Sono cominciate regolarmente alle 8 di oggi e continueranno fino alle 18.30 le vaccinazioni anti Covid nelle 300 parrocchie siciliane che hanno aderito all’iniziativa.  Il protocollo è stato siglato dal presidente della Regione e dal presidente della Cesi, l’arcivescovo di Catania Salvatore Gristina. Quasi 6 mila persone, della fascia dai 69 ai 79 anni, riceveranno oggi il vaccino negli hub parrocchiali. "È un messaggio di speranza che intendiamo inviare alla vigilia di Pasqua - commenta l’arcivescovo - e, al tempo stesso, occasione di prossimità e solidarietà verso le persone più fragili, nella tradizione della Chiesa che vuole essere una comunità che promuove la salute delle persone".

L'intervista a don Filippo Sarullo

"È una iniziativa finora unica in Italia - afferma Musumeci in una nota - che ha valore etico oltre che pratico e raggiunge direttamente i siciliani che desiderano vaccinarsi mentre partecipano alle celebrazioni Pasquali, nella giornata del sabato Santo. Sin da quando il governo nazionale ha reso disponibili le prime dosi di vaccino per i siciliani, ogni nostro sforzo è stato rivolto a far sì che la campagna vaccinale potesse coinvolgere il maggior numero di persone".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazioni no stop per Pasqua e Pasquetta in Fiera, ancora disagi con le prenotazioni

PalermoToday è in caricamento