rotate-mobile
L'aggressione / Borgo Nuovo / Via Assoro, 25

Hub vaccinale La Torre, insulti e sputi contro un volontario della Protezione civile

Un quarantenne di un'associazione che presta servizio al box informazioni nella struttura del centro commerciale è finito nel mirino di un gruppo di giovani

Un volontario della Protezione civile è stato aggredito con insulti e sputi venerdì sera nell'hub vaccinale del centro commerciale La Torre, a Palermo. Ad agire, secondo quanto riferisce il Dipartimento regionale della Protezione civile, è stata una gang di 5 o 6 persone tra i 17 ed i 21 anni, tra l’altro ben note al personale di sorveglianza del centro commerciale per altre azioni di disturbo avvenute nei giorni precedenti. E non è nemmeno il primo momento di tensione che si verifica nell'hub dove a fine dicembre due carabinieri no vax entrarono per protestare contro il farmaco anti-Covid.

A essere preso di mira stavolta è stato un volontario dell’organizzazione “Città di Godrano”, che con i suoi uomini presta servizio nel sito vaccinale sin dalla sua apertura. La vittima dell’aggressione G. O., 40 anni, viene descritta dal presidente della stessa associazione, Fabio Tumminello, come una persona mite e riservata. Secondo quanto ricostruito dal Dipartimento regionale della Protezione civile, il quarantenne stava prestando servizio in un box informazioni posto all’ingresso del centro commerciale, quando il gruppo di giovani avrebbe iniziato a disturbarlo prima verbalmente (“Ma a te chi te lo fa fare?”, “Ma chi ti ci porta”), poi gettando in aria la documentazione destinata agli utenti ed infine con il tentativo di distruggere lo stesso box informazioni, facendo ribaltare la protezione in plexiglass sul malcapitato, urlandogli e sputandogli addosso. Solo allora, accortosi di quanto stava accadendo, è arrivato il servizio di sicurezza del centro La Torre. Allontanati dalla sicurezza, i giovani arebbero minacciato il volontario, dicendogli che lo avrebbero atteso all’uscita. A fine servizio, il quarantenne è stato scortato da guardie giurate e colleghi volontari fino alla sua auto.

Il Dipartimento regionale della Protezione civile, attraverso il dirigente generale, Salvo Cocina, manifesta la piena solidarietà al membro dell’associazione “Città di Godrano”, ultima vittima di una preoccupante serie di aggressioni avvenute ai danni di volontari. Attraverso il proprio funzionario, Francesco Alfano, che coordina i volontari in quel sito, il Dipartimento ha chiesto alla direzione sanitaria di spostare il box informazioni e metterlo vicino agli uomini della sicurezza. Una misura precauzionale per tutelare gli operatori. Il Dipartimento riferisce infine che "è stata presentata una circostanziata denuncia dell’accaduto all’autorità di pubblica sicurezza".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hub vaccinale La Torre, insulti e sputi contro un volontario della Protezione civile

PalermoToday è in caricamento