menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Vaccini gratuiti contro la meningite per gli under 30: "Puntiamo alla prevenzione"

Lo ha stabilito l'assessorato regionale alla Salute dopo gli ultimi episodi, tra i quali il decesso di una ragazza di 23 anni. Tozzo: "Deve essere uno stimolo per tutti, soprattutto per la fascia più esposta che è quella dei giovani"

Vaccinazioni gratuite contro la meningite per gli under 30. Lo ha stabilito l’assessorato regionale alla Salute che con una circolare inviata a tutte le aziende sanitarie dell’isola ha deciso di estendere la copertura e cercare di raggiungere il 75% della popolazione target (contro l’attuale 40-45%). "La scelta - spiega a PalermoToday Ignazio Tozzo, direttore del dipartimento Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico dell'assessorato alla Salute - è dettata da ragioni epidemiologiche. Riteniamo che sia fondamentale diffondere una cultura della prevenzione, soprattutto nei giovani che sono la fascia più esposta". A breve, quindi, sarà sufficiente recarsi presso un qualsiasi centro accreditato, presentare la tessera sanitaria o il vecchio "libretto" per poi lasciarsi iniettare il vaccino tetravalente, ovvero contro i sierogruppi A, C, Y, W135.

Nel recente periodo una ragazza di 23 anni è stata ricoverata per un sospetto caso di meningite, che ha provocato la sua morte in meno di 48 ore. Circostanza poi confermata dall’Asp che ha invitato i parenti della vittima ad effettuare la profilassi antibiotica, facendo poi lo stesso con gli amici e con le altre persone che potevano essere entrate a contatto con lei durante una delle tante serate nei pub della città. "Ma adesso nessuna psicosi", ha dichiarato Nicola Casuccio, responsabile di epidemiologia dell’azienda sanitaria provinciale. Dello stesso avviso Tozzo: "L’obiettivo della nostra circolare è costituito dalla fascia dei giovani perché inevitabilmente possono essere quelli più esposti. Il virus si diffonde attraverso le secrezioni e per via aerea, quindi sarebbe sufficiente scambiarsi anche per sbaglio un bicchiere per avere problemi. L’allarmismo non serve a nulla, ma maggiore sarà la copertura e maggiori saranno i risultati del cosiddetto ‘effetto gregge’".

assessorato-salute-palermo-2La Regione Siciliana ha deciso di accodarsi alla Toscana, estendendo ancora di più la fascia esentata dal pagamento. "Loro si sono fermati ai 24 anni - aggiunge Tozzo - mentre noi siamo andati oltre. Vogliamo stimolare la gente a farlo e convincerla a respingere questa irresponsabile politica contro le vaccinazioni, che ha fatto perdere il senso del timore. Va detto per esempio che l’anno scorso, a fronte di un calo del 10% delle vaccinazioni, ci sono stati 70 morti in più per influenze e complicanze varie quali bronchiti e broncopolmoniti, che però nella maggior parte dei casi hanno colpito persone anziane". Già lo scorso gennaio l’assessorato alla Salute aveva prorogato con un’altra circolare la campagna di vaccinazione antinfluenzale. "Non abbiamo ricevuto risposte positive - conclude il direttore del dipartimento - però posso dire che proprio oggi, accompagnando mio figlio per il vaccino, ho notato con piacere una lunga fila di mamme e ragazzi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento