Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca Via del Celso

Medici e infermieri anche in moschea, vaccinate più di cento persone

A tirare le somme dell’iniziativa dell’Asp arrivata in via del Celso dopo Magaggiari e Terrasini è il direttore generale Daniela Faraoni: "Non ci fermiamo e andiamo incontro a tutti. Soddisfatti della risposta. Ora avanti nei luoghi di villeggiatura e di aggregazione"

Dopo la vaccinazione nella spiaggia di Magaggiari e nei luoghi della movida di Terrasini, gli operatori dell’Asp di Palermo hanno fatto tappa a Montemaggiore Belsito, ieri a Borgetto ed oggi nella Moschea di via Celso a Palermo. Quest’ultima iniziativa rivolta, prevalentemente, alla comunità tunisina, è stata realizzata dall’Asp nell’ambito del progetto nato dalla partnership tra l’Arcidiocesi di Palermo, il Centro diocesano confraternite, la confraternita di Sant’Andrea degli Aromatari ed il Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta.

Alla presenza, tra gli altri anche del console tunisino, Jalel Ben Belgacem, sono state più di cento le persone di tutte le fasce di età vaccinate con il siero Pfizer. “L’Asp, come è nella sua mission aziendale e come è nel cuore dei suoi operatori, non si ferma e va incontro a tutti - ha detto il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale, Daniela Faraoni - siamo presenti in provincia e siamo presenti in tutte le realtà cittadine. Siamo soddisfatti dalle risposte ricevute e siamo sempre più convinti di dovere andare incontro ai nostri utenti raggiungendoli, sia nei luoghi di villeggiatura, sia nei luoghi di culto o di aggregazione”.

Intanto proseguirà anche nella giornata di lunedì 12 luglio la sessione di vaccinazioni nell’Isola di Lampedusa, dove il 66,5% della popolazione residente ha, già, ricevuto la doppia dose.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici e infermieri anche in moschea, vaccinate più di cento persone

PalermoToday è in caricamento