Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Arte e salute, il museo Salinas si trasforma in un hub vaccinale: ecco come prenotarsi

Giovedì, dalle 18 a mezzanotte, sarà possibile immunizzarsi e ricevere un biglietto omaggio per scoprire lo straordinario patrimonio custodito nel sito di piazza Olivella. La direttrice Greco: "Il sollievo psicologico del vaccino si unisce così all'esperienza della cultura"

Vaccinarsi e allo stesso tempo scoprire un patrimonio straordinario. Capita nei musei siciliani messi a disposizione per ospitare le vaccinazioni: giovedì, dalle 18 a mezzanotte, tocca al museo archeologico Salinas che, dopo Messina e Catania, partecipa a "Vaccinarte, scopri, emozionati e vaccinati", l’iniziativa della Regione Siciliana per coniugare salute, bellezza e cultura.

Giovedì, per tutti coloro che si prenoteranno, sarà possibile immunizzarsi e ricevere un biglietto omaggio per l'entrata e la visita al sito di piazza Olivella. Saranno presenti le archeologhe del Museo - Lucia Ferruzza, Elena Pezzini, Costanza Polizzi, Giuliana Sarà, Sandra Ruvituso, e la stessa direttrice Caterina Greco - pronte a soddisfare curiosità, dare spiegazioni, indicare un pezzo raro. Il museo sarà interamente coinvolto, dal secondo cortile monumentale - dove svettano inattesi banani carichi di frutta, guardati a vista dalle antiche statue - alle celle, alla famosa Agorà con le Metope di Selinunte. 

Insomma, per chi non è mai entrato al Salinas, si tratterà di una scoperta; chi lo conosce già bene, potrà approfondire la storia dei reperti. "Cultura e salute - spiega l’assessore dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, Alberto Samonà - sono il manifesto di una Sicilia che riparte in sicurezza e lo fa dai suoi musei: l’iniziativa di allestire un hub vaccinale in un prestigioso luogo della cultura come il Salinas, coniugando la somministrazione del vaccino con la visita al museo, è una scelta del governo regionale che esprime compiutamente questo binomio. Un’esperienza che in queste settimane ha unito importanti sedi museali di Palermo, Catania e Messina in un unico obiettivo: prevenire dal Covid e nutrire l'anima".

Basterà fissare il proprio appuntamento entro le 12 di giovedì (24 giugno). All’utente, che dovrà portare con sé la tessera sanitaria, verrà comunicato l'orario di ingresso al museo, che andrà rigorosamente rispettato per evitare assembramenti. I partecipanti sosterranno un colloquio con il medico prima dell’iniezione, in uno dei suggestivi chiostri del Salinas. Dopodiché la vaccinazione e i 15 minuti di attesa nell’Agorà. 

"Il Museo Salinas è felice di partecipare a questa sperimentazione nei luoghi della cultura palermitani utilizzati come hub vaccinali - dichiara la direttrice Caterina Greco - . Il sollievo psicologico del vaccino si unisce così all'esperienza della cultura, dell'arte e della bellezza, da godere nel più antico museo della Sicilia".

Nel rispetto delle normative anti-Covid potranno accedere solo 40 persone ogni ora, per un totale di 240 fortunati che avranno l’opportunità di immunizzarsi in un luogo di cultura dal fascino senza tempo. “Bellezza e nutrimento culturale sono validi incentivi al vaccino - dichiara il commissario Covid della Città metropolitana di Palermo, Renato Costa -. Noi, nel nostro piccolo, abbiamo cercato di rendere l’hub della Fiera del Mediterraneo, ma al Museo Salinas, offriamo la possibilità di uno splendido viaggio nella storia. Un'occasione che vorremmo fosse tutt'altro che unica: ci piacerebbe ripeterla, perché siamo certi che la gente apprezzerà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arte e salute, il museo Salinas si trasforma in un hub vaccinale: ecco come prenotarsi

PalermoToday è in caricamento