Ustica, la scuola non è ancora iniziata: "Urge un consiglio comunale straordinario"

Così i consiglieri di minoranza: "Ogni anno che passa è sempre peggio e quest'anno abbiamo superato il limite, la nostra comunità non è più disposta a tollerare che gli venga negato uno dei diritti fondamentali della Costituzione"

Mancano il personale Ata e alcuni insegnanti. E resta ancora chiusa la scuola a Ustica. I 115 alunni dell’istituto superiore, della scuola media elementare e dell’infanzia sono ancora a casa. "Chiediamo un consiglio comunale straordinario e urgente in seduta aperta - è la richiesta depositata oggi dai consiglieri di minoranza di Ustica, Renato Mancuso, Vittoria Salerno e Tania Licciardi - perché la nostra comunità non è più disposta a tollerare che gli venga negato uno dei diritti fondamentali della Costituzione: la scuola è aperta a tutti".

Salerno e Licciardi aggiungono: "Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un continuo indebolimento della nostra istituzione scolastica. I motivi sono tanti, troppi per la nostra piccola comunità. In passato, seppur tra mille difficoltà, e soprattutto con la collaborazione tra presidi e personale docente, che si sono avvicendati negli anni, famiglie e istituzioni locali in un modo o nell'altro si è riusciti a garantire il diritto allo studio". 

"Ogni anno che passa è sempre peggio e quest'anno abbiamo superato il limite - proseguono -. Siamo impotenti di fronte ad una richiesta di attuazione di un sacrosanto diritto che si scontra con l'applicazione della legislazione vigente che non è adatta alla nostra piccola realtà e alle innumerevoli piccole realtà che popolano la nostra nazione. Negli ultimi giorni - concludono i consiglieri - ci siamo confrontati con tanti genitori e condividiamo le loro preoccupazioni. Siamo in prima linea insieme a loro e non ci fermeremo fino a quando nella nostra isola non sarà garantito un diritto per tutti i nostri ragazzi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento