rotate-mobile
Cronaca Ustica

Ustica, nuova vita per il Faro di Punta Cavazzi: per 30 anni sarà un hotel e un centro di ricerca

Il bene è stato consegnato alla Sabir Immobiliare srl, aggiudicatrice della prima edizione del bando ValorePaese-Fari. La società pagherà all'Agenzia del Demanio 225 mila euro per la concessione e restaurerà il faro

Nuova vita per il Faro di Punta Cavazzi a Ustica: il bene è stato affidato per 30 anni alla Sabir Immobiliare srl che realizzerà all'interno una struttura polifunzionale in grado di accogliere e ospitare turisti ma anche studenti e ricercatori appassionati di mare. La società vincitrice della prima edizione del bando ValorePaese-Fari pagherà all'Agenzia del demanio 225 mila euro per la concessione e investirà circa 535 mila euro per il restauro e l'allestimento della location.

Quello di Ustica è il terzo faro siciliano dato in concessione, dopo quello di Brucoli ad Augusta e quello di Capo Grosso a Levanzo, nelle Isole Egadi. Alla consegna erano presenti il direttore regionale dell'Agenzia del demanio Stefano Lombardi, il sindaco di Ustica Attilio Licciardi e il responsabile del comando zona Fari della Sicilia, capitano di fregata Maurizio Romano. 

Solo pochi giorni fa sono stati annunciati i nomi dei vincitori del secondo bando che assegna altri 15 fari. Due quelli palermitani: il Faro di Capo Zafferano, a Santa Flavia, e lo Stand Florio, in città. L'Agenzia del Demanio, dato il successo delle prime due edizioni, ha già annunciato un terzo bando.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ustica, nuova vita per il Faro di Punta Cavazzi: per 30 anni sarà un hotel e un centro di ricerca

PalermoToday è in caricamento