Cronaca Sferracavallo

Sferracavallo, uomo intrappolato fra le alghe: "La posidonia è un'emergenza"

Un cittadino è rimasto bloccato in una trappola melmosa da cui non riusciva a divincolarsi nel porticciolo della borgata marinara. Poi è stato liberato grazie all'intervento di alcuni passanti. "Fosse stato un bambino sarebbe stata una tragedia"

La posidonia spiaggiata a Sferracavallo

Intrappolato, come nelle sabbie mobili, fra le alghe del porticciolo di Sferracavallo. Brutta avventura per un cittadino che è rimasto letteralmente bloccato nella posidonia spiaggiata lo scorso fine settimana e che è stato liberato solo grazie all’intervento di altri passanti che sono accorsi in aiuto. A raccontare l’accaduto il presidente della settima circoscrizione Pietro Gottuso a cui il cittadino si è rivolto per manifestare il disagio e il pericolo che queste alghe rappresentano.

L'uomo, con le acque calme del porto e la posidonia a riva, che ingannevolmente sembra poggiare su uno strato solido, è stato tratto in inganno ed è caduto in una trappola melmosa da cui non riusciva a divincolarsi. "Se la vittima di questa brutta avventura - afferma Gottuso - fosse stato un bambino anzichè un adulto si sarebbe potuta verificare una tragedia. E' da tempo che la presidenza chiede con forza la rimozione di questi cumuli di alghe. La posidonia spiaggiata nel porto di Sferracavallo, oltre a falsare la reale bellezza dei luoghi, rappresenta un pericolo per la pubblica incolumità e va rimossa con estrema urgenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sferracavallo, uomo intrappolato fra le alghe: "La posidonia è un'emergenza"

PalermoToday è in caricamento