Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Respira monossido di carbonio per ore dentro una roulotte, grave un 35enne

E' successo a Petralia dov'è stato soccorso un uomo originario del Bangladesh che è stato portato all'ospedale di Partinico per un trattamento urgente in camera iperbarica. Poi il ricovero nel reparto di terapia intensiva. Indagini in corso per chiarire la dinamica dell'incidente

La camera iperbarica dell'ospedale di Partinico

Avrebbe respirato per una notte intera monossido di carbonio dentro una roulotte fino a quando, questa mattina, non è stato trovato privo di sensi. Un uomo di 35 anni originario del Bangladesh è rimasto vittima di un’intossicazione che ha reso necessario il trasporto da Petralia all’ospedale di Partinico per un trattamento urgente in camera iperbarica. Poi il ricovero nel reparto di terapia intensiva.

Secondo un prima ricostruzione il 35enne sarebbe arrivato ieri nella zona di Petralia insieme a un altro uomo per il quale lavorava come collaboratore domestico. Era rimasto a dormire in un camper quando a un certo punto, forse per ricaricare il cellulare, avrebbe messo in funzione il gruppo elettrogeno. Qualcosa però sarebbe andata storta. Così avrebbe inalato per ore il monossido che ha riempito l'ambiente e i suoi polmoni riducendolo in gravi condizioni. Indagini in corso per chiarire la dinamica dell'incidente.

Il trattamento in camera iperbarica è stato gestito dagli anestesisti-rianimatori Francesca Timpone e Giovanni D’Agostino, dall'infermiera Anna Romano e dai tecnici Daniele Lunetto e Gino Lunetto. Il servizio di camera iperbarica di Partinico, attualmente struttura di riferimento nella Sicilia occidentale, è coordinato da Calogero Agrò e opera all’interno dell’unità di Anestesia e rianimazione diretta da Sandro Tomasello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Respira monossido di carbonio per ore dentro una roulotte, grave un 35enne

PalermoToday è in caricamento