Cronaca Borgo Nuovo

Follia a Borgo Nuovo durante un "festino" in casa, uomo si accoltella al torace

Questa la versione dei fatti riferita alla polizia da un 64enne soccorso da un'ambulanza e portato in ospedale. Stava bevendo e fumando in compagnia di due ragazze molto più giovani di lui, la cui posizione è al vaglio della Squadra Mobile

(foto archivio)

Agli agenti ha riferito e confermato più volte di essersi accoltellato da solo, ma potrebbe anche cercare di coprire qualcuno che si trovava con lui durante un "festino" organizzato ieri sera a casa sua. Giallo a Borgo Nuovo, dove ieri sono intervenute sei volanti di polizia e la Scientifica dopo alcune segnalazioni alla sala operativa del 113. Sul posto è arrivata anche un’ambulanza che ha trasportato il ferito, il 64enne P.C., al pronto soccorso di Villa Sofia. Poi il trasferimento nel reparto di Chirurgia toracica del Cervello, dove è stato sottoposto a un intervento, con gli agenti a piantonare la sua stanza in attesa di nuovi aggiornamenti.

E’ ancora frammentaria la ricostruzione di quanto accaduto ieri sera, intorno alle 22. In un primo momento si era parlato di un uomo accoltellato in casa propria, al sesto piano, in circostanze poco chiare. Il 64enne, che recentemente avrebbe perso sia la moglie che un figlio, si trovava in compagnia di due ragazze molto più giovani di lui e con le quali si intratteneva spesso nella propria abitazione per bere una birra o fumare in compagnia. Un po’ come sarebbe successo ieri, quando i vicini hanno sentito le urla, il rumore di sedie che cadevano sul pavimento e quello di alcuni colpi assestati contro il muro. "Ho preso il bastone della scopa - spiega un uomo che abita al piano inferiore - e ho cominciato a batterlo contro il tetto per fargli capire che stava facendo troppo baccano".

Poco dopo l’arrivo di un’ambulanza del 118, che le stesse ragazze potrebbero aver chiamato davanti all’uomo per chiedere di soccorrerlo a causa di quella ferita al torace da cui perdeva molto sangue. Un unico colpo, affondato con “precisione chirurgica”, a pochi centimetri dal cuore. Una versione dei fatti che il 64enne avrebbe riferito più volte sia al personale sanitario che agli agenti che lo hanno ascoltato ieri sera e interrogato stamattina alla presenza di uno psichiatra. Anche le due giovani, una delle quali abita nella palazzina vicino a quella del ferito, sono state ascoltate dai poliziotti della Squadra Mobile nel tentativo di fare luce sui fatti.

I vicini, che come lui vivono in uno slargo con poco meno di una decina di palazzine a sei o sette piani e pieno di auto parcheggiate, sembrano non conoscere l’uomo che ieri ha reso movimentata la serata nel quartiere. “Lo vedo raramente - racconta una donna - ed è una persona un po’… sui generis diciamo. Stamattina ho appreso che fosse successo qualcosa e dopo aver preso mio figlio a scuola sono subito andata a vedere come stava mia madre. Sinceramente sono un po’ scioccata”. La donna chiude la cancellata posta a protezione del portone d’ingresso dello stabile e sale rapidamente. Ma in quello slargo non si vede molta gente e i pochi che stanno rientrando si affrettano a dirigersi verso casa per il pranzo.

In quell’edificio, ieri sera, i poliziotti sono rimasti per ore a presidiare le scale per permettere ai colleghi della Scientifica di repertare tutte le tracce di sangue rinvenute anche al di fuori dell’abitazione. Per il momento gli investigatori non se la sentono di privilegiare una pista in particolare, mentre la posizione delle due ragazze è ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria. L’uomo, attualmente ricoverato in Chirurgia toracica, ha continuato a confermare la versione secondo cui si sarebbe autoinflitto la coltellata, forse in preda ai fumi dell’alcol e forse per una discussione avuta con le due ragazze che volevano uscire e lasciarlo da solo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Follia a Borgo Nuovo durante un "festino" in casa, uomo si accoltella al torace

PalermoToday è in caricamento