Cronaca

L’Ersu dice addio al tesserino mensa: "Si utilizzerà solo la tessera sanitaria”

L'ente regionale per il diritto allo studio regionale risparmierà così circa venti mila euro all'anno. Gli studenti potranno comunque usufruire delle convenzioni attraverso la propria Carta regionale dei servizi

Tesserino per la mensa universitaria… addio! E’ proprio così: l’Ersu ha eliminato la card che consentiva l’accesso agli studenti alle diverse mense della città a prezzi ridotti. Fortunatamente non sono state, però, eliminate le convenzioni. Semplicemente da ora in poi si utilizzerà la tessera sanitaria, la così detta Carta regionale dei servizi. Pertanto, poichè le tessere sanitarie sono già abilitate e correttamente funzionanti, l’Ersu invita gli studenti a verificare che la propria funzioni regolarmente. “Ciò agevolerà in vario modo un po’ tutti. Da un lato gli studenti, in particolare quelli di primo anno, potranno evitare di recarsi a ritirare il tesserino mensa per accedere e potranno farlo sin da subito, dall’altro l’Ersu risparmierà circa 20 mila euro all’anno”. A tanto, infatti, ammontava il costo per l’acquisto e la stampa di circa 20 mila tesserini che annualmente la fondazione produceva. 

Ma c’è di più. Infatti questo sistema preverrà anche il fenomeno dello “scambio di tesserini”, ovvero la pratica di alcuni studenti che “cedevano” il proprio pasto ad altri semplicemente prestando loro la card: “Da ora questo fenomeno sarà più difficile da applicare – dicono dall’ufficio stampa – in quanto l’operatore che si occupa di passare le varie Carte regionali dei servizi vedrà apparire una foto sul proprio schermo e potrà più facilmente controllare l’identità dello studente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Ersu dice addio al tesserino mensa: "Si utilizzerà solo la tessera sanitaria”

PalermoToday è in caricamento