rotate-mobile
Cronaca

Università, stop al “decadimento” degli studenti

"Finalmente - si legge in una nota firmata Rum e Udu, due organizzazioni studentesche - la protesta riguardante l'illegittimità del provvedimento ha ottenuto gli effetti desiderati"

Stop al “decadimento” degli studenti all’Università. Il Senato Accademico ha deliberato di sospendere l’efficacia delle delibere sulla decadenza del 18 Gennaio, del 5 Aprile e del 31 Maggio 2011 , in attesa che il quadro generale si chiarisca e che si applichi agli studenti del Vecchio Ordinamento e a quelli dell’ordinamento 509 (ovvero agli studenti che dai predetti ordinamenti abbiano esercitato il diritto di opzione con il passaggio all’ordinamento didattico 270/2004) il Regio Decreto n.1592/33 che all’art.149 recita che coloro i quali non sostengono esami per otto anni consecutivi, debbono rinnovare l’iscrizione e ripetere le prove già superate.

“Finalmente – si legge in una nota firmata Rum e Udu, due organizzazioni studentesche – la protesta riguardante l’illegittimità del provvedimento ha ottenuto gli effetti desiderati: nel 2014 nessuno studente dell’Università degli Studi di Palermo “decadrà”. La Rete Universitaria Mediterranea e l’Unione degli Universitari, da sempre si sono battuti affinché questo provvedimento venisse ritirato, imponendo,comunque, una serie di agevolazioni mirate alla tutela degli studenti a rischio decadenza”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, stop al “decadimento” degli studenti

PalermoToday è in caricamento